Dichiarazioni Naglieri, Di Leo (Bisceglie d’Amare): «L’assessore ha una condotta morale integra?»

«“Tanto è sempre colpa di Salvini”. La ricerca del consenso tramite l’autocommiserazione è una vecchia, ma sempre efficace, strategia politica. Le recenti dichiarazioni dell’Ass. Naglieri hanno riportato alla luce questo modus operandi, tanto caro al leader leghista. D’altronde, è cronaca politica recente la vicinanza su alcune querelle parlamentari tra Lega e Italia Viva, partito vicino alle istanze dell’assessore. Tuttavia, ritengo sia doveroso approfondire il tutto», così il rappresentante del movimento civico Bisceglie d’Amare, Marco Di Leo..
«Onde evitare strumentalizzazioni, vorrei immediatamente evidenziare quanto segue: qualora dovessero verificarsi episodi di istigazione all’odio online, inviterei tutti i rappresentanti politici, di maggioranza e opposizione, a denunciare immediatamente. Ritengo sia una tematica seria, da non sottovalutare e su cui dovremmo cercare un’unità d’intenti.
Chiusa questa parentesi, in primo luogo contestualizzerei le parole dell’Ass. Naglieri: ad oggi ci sono querele? Ci sono sentenze di condanna? Non mi risulta. Sperando di non essere in errore, parlare di odio, oggi, equivale a dipingere uno scenario inesatto. Tuttavia, è evidente l’esistenza di un clima di forte critica politica. Le promesse mancate e l’immobilismo amministrativo hanno, senz’ombra di dubbio, alimentato il malcontento popolare. Ergo, il problema è politico, non personale».
«In secondo luogo, vorrei sottolineare come siano molteplici i recenti attacchi dell’Ass. Naglieri alle diverse forze politiche d’opposizione. Fanno rumore le recenti critiche al PD biscegliese, ad esempio: sorge, forse, il desiderio di rientrarvici, “defenestrando politicamente” altri personaggi politici locali? In linea generale, siamo tutti periodicamente attaccati: forse ci si dimentica di essere in maggioranza, denotando un certo nervosismo in vista delle ormai prossime elezioni amministrative, a causa dello scarso consenso popolare e dei numerosi pezzi della coalizione persi per strada.
Infine, vorrei porre una domanda e avanzare una proposta all’Ass. Naglieri: per muovere certe critiche, estraniandosi dal contesto e risultare al tempo stesso credibile, ritengo vi sia la ferma necessità di una condotta morale e comunicativa totalmente integra: l’Ass. Naglieri è in possesso di questo requisito? Non ha mai bersagliato, anche solo anonimamente, alcun esponente politico a lui inviso? Magari, esponenti politici attivamente impegnati nel compimento delle proprie prerogative al di fuori dei luoghi istituzionali? Nelle precedenti amministrazioni, ci sono stati tanti referenti politici impegnati nella pulizia delle spiagge, nella tutela dell’ordine pubblico, nella risoluzione dei piccoli problemi quotidiani, o anche solo, utilizzando un’espressione a lei nota, caro assessore, “addrizzando pali”. Ricordo le stesse feroci, ma all’epoca immotivate, critiche provenienti dalle aree politiche afferenti all’attuale maggioranza. O forse si pensa che l’odio non sia tale quando non fuoriesce dal cerchio magico del proprio elettorato? Se così fosse, non si potrebbe essere più in errore.
Le propongo di organizzare un tavolo condiviso tra tutte le forze politiche cittadine, maggioranza e opposizione, al fine di trovare una linea d’intesa riguardo il “bon ton” politico-comunicativo; porrei un’unica condizione iniziale, ovvero, l’assunzione pubblica e sincera delle proprie responsabilità riguardo azioni e parole, anche passate. Sono particolarmente legato al tema dell’odio online, esattamente come lei, stando a quanto afferma: dimostriamo questo reciproco interesse con i fatti».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: Ricchiuti (Fdi), ‘obbligo green pass penalizza piccole imprese’

“Le ultime novità sul nuovo provvedimento al Green Pass recita che chi ne è sprovvisto deve essere sospeso ma non può essere licenziato. Una grande azienda se sospende un dipendente non ha grossi problemi sul piano della produttività stessa, ma una microimpresa con 2/4 dipendenti non può fare a meno di nessuno, neanche per un […]

De Toma: «Politiche Giovanili a Bisceglie poco sviluppate»

«Come Consigliere Regionale dei giovani, ho partecipato al progetto  “PUGLIA TI VORREI”, promosso dalla Regione Puglia. Qui,ho avuto l’opportunità di dialogare con l’assessore regionale Alessandro Delli Noci e con l’assessore del comune di Bari Paola Romano,per quanto riguarda le politiche giovanili Anche Bisceglie ha tanto da lavorare sotto il profilo delle politiche giovanili,nel corso di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: