Movida a Bisceglie, controlli e sanzioni nel week end. Multati e chiusi tre locali. Angarano: “Grazie alle Forze dell’Ordine”

«Nella notte tra sabato 21 agosto e domenica 22 gli agenti di Polizia Locale e dell’Arma dei Carabinieri hanno passato al setaccio i locali della movida sulla litoranea. L’operazione dello scorso weekend ha dato seguito a diversi controlli effettuati sempre da Polizia Locale e Carabinieri insieme alla Polizia di Stato nel mese di agosto. In seguito agli accertamenti, che sono consistiti anche in ispezioni di Carabinieri in borghese con l’acquisizione di prove documentali audiovisive, i titolari di tre locali sono stati multati perché era in corso attività danzante, vietata dalla normativa anti-Covid, e per l’inosservanza del regolamento di polizia urbana che fissa il limite per le emissioni sonore alle ore 2, stante il divieto di effettuare attività di discoteca ma solo la possibilità di somministrare alimenti e bevande. Ai tre locali, inoltre, è stata comminata la sospensione dell’attività per cinque giorni. Per due dei tre locali, già in precedenza controllati e sanzionati, è scattata la recidiva con conseguente aggravio delle sanzioni pecuniarie». Lo scrive il sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano in un comunicato.

«Ringraziamo le Forze dell’Ordine -scrive ancora Angarano- per l’impegno costante e la Prefettura di Barletta-Andria-Trani per l’attenzione al territorio finalizzata alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica nonché alla tutela della salute attraverso la verifica del rispetto delle norme Covid in questa fase dell’emergenza sanitaria che resta delicata.
L’ausilio di ulteriori carabinieri in Città e l’impiego di altri agenti di polizia locale assunti di recente per il periodo estivo sta consentendo un maggiore presidio del territorio, come dimostrato dalle recenti operazioni effettuate. Ciò in continuità con l’ulteriore potenziamento della videosorveglianza, già più che raddoppiata, in virtù del Patto per la Sicurezza Urbana e del progetto Scuole Sicure siglati con la Prefettura che garantiranno un monitoraggio ancora più capillare anche a scopo preventivo.

Sempre in chiave di prevenzione è ormai in fase di completamento la sostituzione di tutte le lampade della pubblica illuminazione che sta consentendo un’illuminazione decisamente migliore sia in centro che in periferia, fungendo così da deterrente. L’impegno sul tema della sicurezza continua ad essere massimo e concreto», conclude il Sindaco.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

La mafia in Puglia, relazione DIA: «Le maggiori criticità a Bisceglie»

Alla mafia della provincia di Barletta – Andria – Trani si sommano le influenze mafiose del barese, di Foggia e di Cerignola che rendono il territorio esposto “al rischio di ripercussioni negative soprattutto per quanto concerne l’eccellenza del tessuto economico-produttivo”. È quanto si legge nel report della Dia relativo al secondo semestre del 2020. “Le […]

Covid: in Puglia 196 nuovi casi e 3 decessi

Oggi in Puglia sono stati registrati 12.337 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 196 casi positivi: 92 in provincia di Bari, 10 nella provincia di Barletta, Andria, Trani, 15 in provincia di Brindisi, 21 in provincia di Foggia, 40 in provincia di Lecce, 13 in provincia di Taranto e 5 residenti fuori regione. Inoltre […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: