Marinaio biscegliese accusa malore su peschereccio, salvato in tempo da Capitaneria di Porto e 118

Intervento provvidenziale, questa notte, della motovedetta della Guardia costiera di Ortona (Chieti) e del personale del 118 di Chieti, che appena dopo la segnalazione di un peschereccio in navigazione, hanno immediatamente prestato soccorso ad un marittimo colto da un malore.

“Erano le 3.30 quando il comandante di un peschereccio di Bisceglie (provincia di Barletta-Andria-Trani), ma di base nel porto di Ortona, ha comunicato via radio alla sala operativa della Capitaneria di porto di avere a bordo un marinaio con vertigini e forti disturbi – hanno spiegato dalla Capitaneria di porto – Sul posto è stata inviata la motovedetta Cp 885 con a bordo personale medico del 118, ma considerata la distanza ed i relativi tempi d’intervento il comandante del motopesca, tramite la sala operativa della Capitaneria di porto di Ortona, è stato messo in contatto con il Centro internazionale radio medico, servizio di assistenza previsto per i marittimi che fornisce indicazioni sulle prime possibili cure da somministrare ad eventuali infortunati a bordo in attesa dell’arrivo dei soccorsi”.

Proprio grazie a questo intervento immediato il 51enne di Bisceglie è stato salvato. All’arrivo in porto è stato trasportato all’ospedale civile di Lanciano (Chieti) per accertamenti di natura clinico-ospedaliera.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vendevano mascherine cinesi senza indicazioni in italiano, nei guai due farmacie (una di Bisceglie)

Mille mascherine irregolari. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bari nell’ambito dei servizi sulla commercializzazione di dispositivi medici e di destinazione d’uso sanitario. Nel corso di controlli presso una farmacia di Bisceglie e un esercizio commerciale di Bari, gestito quest’ultimo da una cittadina di nazionalità cinese, i militari hanno constatato la presenza di migliaia […]

In Puglia cambiano le regole sulle registrazioni dei casi positivi Covid

“Con le nuove regole sulla gestione dei casi confermati covid introdotte dal Governo nazionale, i test antigenici rapidi effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale SARS-CoV-2 e registrati sul sistema informativo regionale sono stati resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma ai fini della sorveglianza e della gestione dei casi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: