“Il fatto non sussiste”, la Corte d’Appello dà ragione a Spina sulla vicenda di Don Fabio

Sulla vicenda di don Fabio D’Addato e dei registratori nascosti sotto la tonaca, è di questa mattina la notizia della Corte d’Appello di Bari che ha dato ragione all’ex Sindaco Spina.

«Una senteza -scrive lo stesso Spina- che ha reso giustizia dopo anni di processi e attenzioni irrispettose della dignità da parte di certi opinionisti». Secondo la Corte d’Appello di Bari, infatti, «il fatto non sussiste».

«E’ proprio questa motivazione – commenta l’ex Primo cittadino – che mi ha comunicato il mio difensore in questo lungo e insidioso processo, avv Carmine Di Paola. L’assoluzione con formula piena dalle accuse infamanti e dalle registrazioni fatte in modo capzioso, con registratori sotto la tonaca dall’ex Parroco di San Silvestro, mentre mi parlava amichevolmente nel mio ufficio nel corso di una vertenza in cui difendevo da sindaco le esigenze occupazionali dei lavoratori licenziati (e delle loro famiglie) dell’asilo “Gesù Fanciullo”, mi restituisce la serenità e mi da’ ancor più forza e coraggio di andare avanti nel mio impegno civico per tutelare con passione la mia comunità. Nei prossimi giorni verranno comunicate le motivazioni. Intanto, la magistratura conferma che ogni mio atto amministrativo è’ stato sempre improntato a onesta’ e legalità».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pericolo sanitario in città? Acqua gialla dalla fontana pubblica di via Pio X

Come si evince dalla visione di questo video (Facebook), che gira sui social da alcune ore, l’acqua che esce dalla fontana pubblica situata in via Pio X, nelle vicinanze del Bar Mignon, ha un colore giallastro. Si consiglia la cittadinanza di evitare di fermarsi a bere e/o riempiere bottiglie da quella fontana. Mentre chiediamo al […]

Lottizzazione maglia 165, rigettato dal Tar il ricorso dell’Associazione Pro Natura

Relativamente al ricorso al Tar sulla realizzazione della nuova maglia 165 da parte del Comune di Bisceglie, presentato dall’Associazione Area Protetta Aps, è stata rigettata la richiesta di annullamento della delibera di Giunta del 31 agosto del 2020 avente, appunto, per oggetto l’«approvazione definitiva del piano di lottizzazione della maglia 165 del Piano Regolatore Generale […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: