Mensa scolastica, il sindaco Angarano risponde all’appello di Leonardo e Antonella

Il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, ha risposto all’appello di Leonardo e Antonella (leggi qui), i genitori che avevano segnalato la loro situazione relativa ai quattro figli che usufruiscono del servizio di refezione scolastica. Di seguito il testo integrale del Primo Cittadino:

“Gent. mi Leonardo e Antonella,

in riferimento alla vostra segnalazione giunta tramite PEC il 14 febbraio 2022, mi preme innanzitutto rassicurarvi: su questi temi che riguardano l’interesse pubblico e in particolare i nostri bambini, la loro formazione e crescita sana, troverete sempre la massima attenzione mia personale e della pubblica amministrazione.

Per la prima volta abbiamo introdotto nel servizio di mensa scolastica le tariffe parametrate al reddito, con diversi scaglioni ISEE, seguendo un principio di equità e giustizia sociale. Venuti a conoscenza della vostra situazione e di altre famiglie in analoghe condizioni, benché il servizio sia partito da pochi mesi e sia ancora in una fase “sperimentale”, siamo già al lavoro per adottare soluzioni concrete che vadano nella direzione della rimodulazione complessiva delle tariffe e dell’ampliamento delle agevolazioni per nuclei familiari con più figli che usufruiscono del servizio di refezione scolastica, così da poter andare incontro a tutte le famiglie, consapevoli delle criticità che la Comunità sta vivendo in questo periodo complesso a causa della pandemia in corso.

Vi confermo quindi la nostra attenzione e il nostro massimo impegno su questo tema, precisando altresì che l’iter burocratico-amministrativo è subordinato, per legge, all’approvazione del bilancio.

Lo stesso impegno e la medesima attenzione che stiamo dedicando al servizio di refezione scolastica da diverso tempo, con risultati concreti che, sono certo, non saranno passati inosservati. Abbiamo migliorato notevolmente la qualità dei pasti, come era richiesto unanimemente dalle famiglie e abbiamo ottimizzato complessivamente il servizio anche con l’informatizzazione del sistema di registrazione. Ferma restando la priorità di garantire ai bimbi menù più qualitativi e variegati, anche con prodotti a filiera corta e di origine biologica, con la possibilità per le famiglie di scegliere il regime alimentare necessario per motivi di salute o etico-religiosi, è nostra priorità assicurare la massima accessibilità al servizio mantenendo alti gli standard qualitativi.

Restiamo sempre in ascolto e pronti al dialogo, come avvenuto sinora, per un obiettivo che è comune: garantire un servizio mensa efficiente ed economicamente sostenibile per il bene dei “nostri figli” e la tranquillità di noi tutti genitori.

L’occasione è gradita per porgere i miei più cordiali saluti”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

La Notte: l’Ospedale di Bisceglie merita il primo livello

«Ieri mattina, nelle mie prerogative di consigliere regionale, ho voluto visitare l’ospedale di Bisceglie per verificare lo stato di avanzamento dei lavori, per la realizzazione dei quali mi ero impegnato qualche mese fa, relativi alla riattivazione di ostetricia, al nuovo laboratorio di analisi e al nuovo pronto soccorso. Mi hanno accolto il direttore generale della […]

Manovra, Ricchiuti (FdI): massimo impegno in favore delle Pmi

“Nel mio intervento al convegno organizzato a Bisceglie sulla ZES Adriatica, presente il commissario straordinario del governo ed una platea di cittadini e imprenditori, ho ribadito il massimo impegno e sensibilità di Fratelli d’Italia in favore delle PMI illustrando i primi passi già presenti in questa prima legge di bilancio che delineano la mission che […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: