Finanziamenti PNRR su coesione e inclusione, Bisceglie e Trani aprono al confronto con il terzo settore

Avviare sulle specifiche linee di azione previste dall’avviso momenti di condivisione di bisogni e idee, in modo da progettare in maniera partecipata e rispondente alle esigenze dei territori. È l’obiettivo dei tavoli di confronto sulla Missione 5 – Coesione ed Inclusione del PNRR che si terranno martedì 1° marzo alle ore 16, presso le sale di Palazzo Tupputi a Bisceglie.

Dopo l’incontro illustrativo, che si è tenuto il 26 gennaio scorso, al quale ha partecipato il terzo settore del territorio d’ambito Trani-Bisceglie e dopo la pubblicazione del relativo avviso, si entra così nel vivo con le attività di confronto con il territorio intorno ai bisogni sociali e alle possibili risposte da candidare a finanziamento del PNRR. Le discussioni si svolgeranno su tre tavoli così distinti: deistituzionalizzazione e sostegno soggetti vulnerabili; persone con disabilità; povertà estrema.

“Questa missione ha un ruolo di grande rilievo nel perseguimento degli obiettivi trasversali a tutti il PNRR. La pianificazione in coprogettazione di servizi consentirà di operare una lettura più penetrante e calzante dei bisogni del territorio in un reciproco scambio di competenze ed esperienze”, ha spiegato Alessandra Rondinone, Assessore ai servizi sociali del Comune di Trani.

“Crediamo che confrontarci con chi quotidianamente ha a che fare con i bisogni sociali del territorio sia il solo modo per individuare risposte concrete e durature, per tentare soluzioni innovative e perseguire, come obiettivo finale, il soddisfacimento delle esigenze delle comunità attraverso il miglioramento dei servizi e l’innalzamento della qualità della vita, specie di chi vive in condizione di fragilità sociale”, ha aggiunto Roberta Rigante, Assessore all’inclusione sociale della Città di Bisceglie. “Per questo abbiamo perseguito con tenacia l’idea di questi tavoli che saranno svolti con metodi professionali di coinvolgimento e partecipazione, con l’auspicio di renderli stabile strumento a disposizione dei comuni”.

I lavori si terranno grazie alla collaborazione di Arcigay e Gal Ponte Lama e saranno facilitati dall’avv. Mariarosaria Basile, la dott.ssa Natalina Evangelista, il dott. Leonardo Di Molfetta, la dott.ssa Barbara Cancelliere.

È ancora possibile iscriversi ai tavoli inviando una richiesta a assessoreinclusionesociale@comune.bisceglie.bt.it entro il giorno 28 febbraio, indicando nome dell’associazione/ente per il quale si chiede di partecipare e tavolo di interesse, con recapiti utili per eventuali contatti. I tavoli si svolgeranno contemporaneamente per cui le associazioni/organizzazioni interessate a partecipare a più discussioni dovranno indicare un referente distinto per ciascun tavolo.

Le amministrazioni di Trani e Bisceglie invitano tutto il terzo settore a partecipare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pesca, Angarano: “Emergenza sociale, fronte comune per sostenere diritti lavoratori”

Ieri mattina una delegazione del comparto ittico delle Marinerie di Molfetta, Bisceglie e Trani, nel corso della manifestazione convocata dalla Uila Puglia, è stata ricevuta a palazzo di Città dal Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano con l’Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica della Città di Trani, Pierluigi Colangelo, insieme ad Andrea Losito, Responsabile Regionale Uila […]

Dragaggio porto, Assessore Consiglio: “Quando parla di incapacità amministrativa, Fata si riferisce a sé stesso?”

“Quando parla di incapacità amministrativa, superficialità e di pressapochismo, il consigliere Fata si rivolge a sé stesso? Il dubbio è legittimo visto che quando era sindaco facente funzioni presentò la candidatura ad un bando regionale per il dragaggio del porto ma non ebbe esito felice, per usare un eufemismo, perché carente di una serie di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: