Il Consiglio comunale di Bisceglie approva ordine del giorno contro la guerra in Ucraina

Il Consiglio comunale di Bisceglie nella seduta di ieri, su proposta della maggioranza esposta in aula dal consigliere Giuseppe Ruggieri e accogliendo le integrazioni formulate dall’opposizione, ha approvato all’unanimità dei presenti un ordine del giorno per sostenere la pace in Ucraina, chiedere l’immediato cessate il fuoco ed esprimere la ferma condanna del conflitto in corso. L’intera discussione del consiglio comunale si è svolta, sempre su proposta condivisa del consigliere Giuseppe Ruggieri, con la bandiera della pace esposta in aula. Di seguito il testo del deliberato approvato.

“Il consiglio comunale di Bisceglie:

•                 si riconosce pienamente nelle azioni del presidente del Consiglio Mario Draghi e del governo;

•                 chiede l’immediato cessate il fuoco da parte della Federazione russa nei confronti dell’Ucraina e il ritiro immediato delle truppe invasori, rimandando ogni controversia sui tavoli diplomatici;

•                 sostiene le sanzioni economiche a carico della Russia che il Governo, l’Unione Europea e la comunità internazionale hanno preso e prenderanno in modo risoluto nei confronti della Russia di Putin, postasi al di fuori dei principi del diritto internazionale;

•                 sostiene la richiesta dell’Ucraina di aderire all’Unione Europea;

•                 ritiene fondamentale che, in previsione di una possibile evoluzione del conflitto, siano garantiti corridoi umanitari per i profughi e la popolazione civile;

•                 chiede al Sindaco di Bisceglie di illuminare la sede comunale con i colori blu (pace) e giallo (grano) della bandiera ucraina, adottata nel 1918 con la riconquista dell’indipendenza e vietata dal regime sovietico, che riprende i colori dei vessilli usati contro l’invasione dei mongoli;

•                 chiede al Sindaco di Bisceglie e all’Amministrazione Comunale di organizzare al più presto, in sinergia con la Regione Puglia e ANPI, una grande manifestazione di solidarietà e di sostegno all’Ucraina e al popolo ucraino, coinvolgendo la comunità ucraina biscegliese al fine di solidarizzare con i loro familiari”.

“Dal consiglio comunale e dalla nostra Città si leva unanimemente il netto e forte no alla guerra”, ha commentato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Dall’Ucraina giungono immagini angoscianti di distruzione e morte, paura e disperazione. Esprimiamo solidarietà e vicinanza al popolo ucraino, chiediamo con vigore la tutela dei diritti umani. La nostra Comunità si conferma con convinzione costruttrice di pace e ci impegniamo a fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per la mobilitazione in favore del cessate il fuoco”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Scuola, Boccia: parole Valditara gravissime, no regionalizzazione della scuola e alzare tutti gli stipendi

“Sono gravissime le dichiarazioni del Ministro Valditara che, anziché affrontare problemi reali come la dispersione scolastica e il potenziamento della scuola, propone stipendi differenziati per i docenti, salvo poi, anche stavolta, rimangiarsi tutto dopo che la polemica è scoppiata. Le sue parole non mi stupiscono perché si legano naturalmente al tentativo di sempre del Presidente […]

Amministrative, altri cinque anni con Angarano: domenica la presentazione ufficiale della sua candidatura

Domenica 29 gennaio alle ore 11 al Politeama Italia, in via Montello 2, il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano presenterà la sua ricandidatura, che vedrà come primo step quello delle primarie di coalizione fissate il prossimo 12 marzo. La Cittadinanza è invitata a partecipare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: