Finanziamenti PNRR su coesione e inclusione, grande partecipazione ai tavoli di ascolto e confronto

I rappresentanti di cinquanta associazioni del terzo settore operanti a Bisceglie e Trani hanno partecipato ai tavoli di ascolto, confronto e condivisione che si sono tenuti ieri pomeriggio a Palazzo Tupputi, nel centro storico di Bisceglie. L’iniziativa è stata organizzata dalle amministrazioni comunali di Bisceglie e Trani, con il coordinamento dell’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale Sociale n. 5 che comprende le due Città e la collaborazione di Gal Ponte Lama e Arcigay. L’obiettivo, pienamente raggiunto, era raccogliere idee, proposte e ogni spunto di riflessione utile per una progettazione efficace finalizzata alla presentazione di candidature a finanziamenti del PNRR, specificatamente afferenti alla missione 5 – coesione e inclusione.

Il dialogo si è sviluppato su tre tavoli distinti incentrati su deistituzionalizzazione e sostegno a soggetti vulnerabili; persone con disabilità; povertà estrema. Ai tre gruppi i Sindaci di Bisceglie e Trani, Angelantonio Angarano e Amedeo Bottaro, hanno formulato il loro augurio di buon lavoro.

“Siamo convinti che per offrire soluzioni reali ai bisogni dei territori si debba partire dal confronto con chi quotidianamente affronta questi bisogni”, ha sottolineato Roberta Rigante, Assessore all’inclusione sociale della Città di Bisceglie. “Tutte le associazioni partecipanti hanno lavorato con strumenti moderni e professionali di confronto e di dibattito e hanno offerto sollecitazioni e contributi utili per fare in modo che quella del PNRR non sia soltanto un’opportunità di ripartenza ma di rinascita, elaborando soluzioni innovative per il nostro territorio. Un ringraziamento va agli uffici dei due Comuni, all’Ufficio di Piano, al Gal Ponte Lama e all’Arcigay che hanno collaborato a questa iniziativa con un mirabile lavoro”. 

“È stata un’occasione importante in cui crediamo molto, come Comune e come Piano sociale d’ambito, che ha permesso alle associazioni del territorio di presentare le proprie esigenze nel tentativo di trovare soluzioni innovative per il miglioramento dei servizi e l’innalzamento della qualità della vita di chi versa in condizione di difficoltà e fragilità sociale”, ha aggiunto Alessandra Rondinone, Assessore ai servizi sociali del Comune di Trani.

PER SCARICARE VIDEO CON DICHIARAZIONI DELLE ASSESSORE RIGANTE E RONDINONE, CON IMMAGINI A COPERTURA: https://we.tl/t-1zAS8ozZdA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

La Notte: «Angarano, a che punto siamo con la realizzazione del programma elettorale del 2018?»

«Sono francamente deluso dalle parole del primo cittadino che ha utilizzato nei miei confronti, solo per aver voluto dare ulteriori osservazioni ai nostri imprenditori e cittadini in relazione alla Legge Regionale 11/2022, su cui ho fornito i miei suggerimenti e che ho votato favorevolmente. Forse, il Primo cittadino dimentica una cosa importante: l’obiettivo di noi […]

Nuove case popolari in zona Crosta, Sindaco: 20 alloggi scorrendo le graduatorie

Nella mattinata di martedì 4 ottobre, il Sindaco Angarano ha effettuato un sopralluogo sul cantiere per la costruzione di nuove case popolari di via Crosta. «Venti nuovi alloggi -scrive il Primo cittadino- che saranno assegnati scorrendo la graduatoria approvata dalla nostra amministrazione. In pochi anni, malgrado la pandemia, abbiamo sbloccato tante procedure burocratico-amministrative che erano […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: