A Bisceglie al lavoro per attivare rete di supporto, assistenza e accoglienza profughi ucraini

Continua il lavoro di coordinamento del Comune di Bisceglie per attivare, in collaborazione con la Caritas di Bisceglie e in sinergia con le Istituzioni coinvolte e le Autorità competenti, un sistema di assistenza, supporto e accoglienza di cittadini ucraini in fuga dalla guerra.

Come concordato con la Prefettura di Barletta Andria Trani e come richiesto dall’Assessorato al welfare della Regione Puglia, nei prossimi giorni l’Ente pubblicherà gli avvisi per avviare una ricognizione su tutto il territorio comunale di immobili e strutture per accogliere nuclei familiari di profughi, composti in gran parte da donne e bambini, che stanno già arrivando in Città ma potrebbero giungere in maniera ben più numerosa nel nostro territorio.

Partiranno già da mercoledì 9 marzo i corsi per l’alfabetizzazione di cittadini ucraini finalizzati all’insegnamento dell’italiano e alla facilitazione dell’inserimento dei bimbi nelle scuole cittadine. I corsi, grazie alla disponibilità di volontari, si svolgeranno al Seminario Arcivescovile Diocesano “don Pasquale Uva”, in via Seminario 42, ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16.30 alle 19.30. Interpreti e traduttori che volessero fornire supporto all’iniziativa possono inviare una mail all’indirizzo solidaliperucraina@gmail.com indicando le lingue conosciute.

Altro obiettivo è l’attivazione di uno sportello che possa essere riferimento sia per la comunità locale di cittadini ucraini in contatto con le loro famiglie in patria, sia per i profughi in arrivo in Città. Dal Comune partiranno inoltre lettere a tutti i cittadini ucraini già residenti a Bisceglie invitando, in caso di ricongiungimento con familiari provenienti dalle zone di guerra, ad auto-segnalare gli arrivi all’Ufficio Anagrafe del Comune per meglio definire una mappa dei bisogni.

Prosegue infine la raccolta di beni di prima necessità al Punto di raccolta Comunale in largo Castello 34. A tal proposito, al momento, ringraziando tutti i cittadini che stanno donando con generosità e altruismo, si chiede di non conferire indumenti ma solo ed esclusivamente generi alimentari (anche per bambini) non deperibili e a lunga conservazione, pannolini, assorbenti, prodotti per l’igiene, materiale scolastico (penne, quaderni ecc.), coperte e lenzuola. Il materiale raccolto sarà anche utilizzato dalla Caritas per aiutare i profughi già arrivati a Bisceglie e coloro che giungeranno nei prossimi giorni.

“Al di là del nostro no convinto alla guerra, alla solidarietà piena e incondizionata al popolo ucraino che abbiamo espresso insieme in piazza, stiamo coordinando una rete di supporto e accoglienza in grado di rispondere concretamente alla richiesta di aiuto di chi è costretto a lasciare la propria terra natia martoriata dalla guerra. Un’attività doverosa e sentita dinanzi ad una grave emergenza umanitaria”, ha sottolineato il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano al termine di una riunione che si è tenuta questa mattina in Comune con le Assessore Roberta Rigante, Loredana Bianco e Maria Lorusso, l’Assessore Natale Parisi, il Dirigente della Ripartizione socio-culturale, Raffaele Salamino, il Comandante della Polizia Locale, Michele Dell’Olio, il volontario della scuola per immigrati Mauro De Cillis.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

La Notte: «Angarano, a che punto siamo con la realizzazione del programma elettorale del 2018?»

«Sono francamente deluso dalle parole del primo cittadino che ha utilizzato nei miei confronti, solo per aver voluto dare ulteriori osservazioni ai nostri imprenditori e cittadini in relazione alla Legge Regionale 11/2022, su cui ho fornito i miei suggerimenti e che ho votato favorevolmente. Forse, il Primo cittadino dimentica una cosa importante: l’obiettivo di noi […]

Nuove case popolari in zona Crosta, Sindaco: 20 alloggi scorrendo le graduatorie

Nella mattinata di martedì 4 ottobre, il Sindaco Angarano ha effettuato un sopralluogo sul cantiere per la costruzione di nuove case popolari di via Crosta. «Venti nuovi alloggi -scrive il Primo cittadino- che saranno assegnati scorrendo la graduatoria approvata dalla nostra amministrazione. In pochi anni, malgrado la pandemia, abbiamo sbloccato tante procedure burocratico-amministrative che erano […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: