Troppe polemiche sull’erotismo in chiesa, la kermesse cambia location «per non turbare gli animi»

Troppe polemiche a Bisceglie, cambia location la kermesse sull’erotismo.

‘Erotika’ non sarà più ospitata nella chiesa di Santa Margherita, ma si terrà a Palazzo Tupputi «al fine di non turbare gli animi dei cittadini», come rende noto l’associazione Urca, che ha organizzato l’evento al via domani.

«La rassegna – spiegano da Urca – ha destato notevole stupore tra la cittadinanza, divisa tra chi sosteneva che la Chiesa (sconsacrata da diversi anni) non fosse il luogo adatto per la kermesse, e chi invece era piacevolmente stupito dalla location, metafora di dualismo tra sacro e profano».

Resta invece confermato il programma della quattro giorni, con la presenza della modella dal vivo a disposizione degli artisti per ritratti e foto di venerdì e l’appuntamento di domenica con don Matteo Losapio, il sacerdote che illustrerà «con occhio critico le differenze tra erotismo artistico e pornografia».

«L’associazione organizzatrice ci tiene a specificare che ciò che conta in occasioni di questo tipo è il contenuto, non il contenitore, e che in nessun caso l’evento organizzato avrà materiale pornografico al suo interno», fanno sapere da Urca dopo lo stop alla chiesa come luogo per l’evento.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Allerta meteo fino alle ore 20 del 26 settembre per precipitazioni e vento

La Sezione Protezione Civile della Regione Puglia ha diramato, con il messaggio di N° 2 del 25.09.2022, lo stato di allerta meteo arancione sul settore della Puglia centrale Adriatica, in cui è compresa Bisceglie, dalle ore 00:00 di lunedì 26 settembre per le successive 20 ore, quindi fino alle ore 20 di lunedì 26 settembre. Sono attese precipitazioni: da […]

Situazione economica e sociale nella Bat, Valente: “Subito politiche di sviluppo”

Bene l’export, il 2021 e la prima metà del 2022 hanno presentato per la Bat dati interessanti di crescita (+6,4% nel 2021 rispetto al 2019, l’anno pre pandemia, e + 27% nel primo semestre 2022). Cresce anche il principale comparto manifatturiero, il tessile-abbigliamento-calzaturiero, che rappresenta oltre la metà dell’export provinciale, esattamente il 55%: dopo aver […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: