Il porto di Bisceglie sempre più all’avanguardia nella lotta all’inquinamento, inaugurati due Collec’Thor

Stamattina al porto turistico di Bisceglie il Sindaco Angelantonio Angarano e l’Amministratore Unico di Bisceglie Approdi, Nicola Rutigliano, accompagnati da organizzatori e partner del progetto Interreg Italia-Croazia “MARLESS” e insieme a studenti degli istituti di istruzione secondaria superiore “Leonardo da Vinci” e “Sergio Cosmai”, hanno inaugurato due Collec’Thor, moderni e sofisticati dispositivi tecnologici per la rimozione di rifiuti di plastica dal mare.

I due apparati, che prendono il nome da uno dei supereroi più amati della storia, sono in grado di aspirare rifiuti galleggianti e possono catturare fino a 100 chili di plastica e microplastica alla volta oltre a filtrare gli idrocarburi in sospensione, contribuendo così a contrastare l’inquinamento in mare. Bisceglie è l’unico porto ad essere dotato di Collec’Thor nel tratto di costa Adriatico da Manfredonia a Otranto. L’installazione dei due nuovi dispositivi è stata possibile grazie ad un finanziamento ottenuto con la candidatura dell’Amministrazione Comunale, in collaborazione con Bisceglie Approdi, all’apposito bando della Regione Puglia. I due Collec’Thor si sommano al seabin già attivo al porto per iniziativa del Circolo della Vela di Bisceglie.

“Il porto di Bisceglie è ormai un consolidato punto di riferimento non solo per i tanti e qualificati servizi che offre e la squisita accoglienza, anche in tema di accessibilità, ma anche per l’attenzione all’ambiente”, ha sottolineato il Sindaco Angarano. “Questo ci rende orgogliosi e fa capire quanti passi avanti siano stati compiuti nel giro di pochi anni grazie alla gestione oculata e lungimirante dell’Ing. Rutigliano. Un doveroso ringraziamento va alla Regione Puglia che ha promosso iniziative utili alla tutela del mare e alla sensibilizzazione su questo tema che riguarda una delle nostre risorse più preziose e il nostro futuro”.

“Un risultato eccezionale per il nostro porto che si conferma tra le eccellenze italiane nell’attenzione alla sostenibilità ambientale, alla tutela del mare e alla sensibilizzazione sul problema di plastiche e microplastiche disperse in acqua”, ha commentato Nicola RutiglianoAmministratore Unico di Bisceglie Approdi. “È notizia di ieri l’ottenimento di tre ulteriori certificazioni: la ISO 9001 per la qualità dei servizi, la ISO 14001 per la sostenibilità ambientale e la ISO 45001 per la sicurezza. Su quest’ultimo tema avevamo ricevuto anche il premio Blue Marina Awards al Salone nautico internazionale di Genova. Il porto turistico di Bisceglie, detenendo ben cinque certificazioni, diventa così il porto più certificato in Europa”.

“Con questo intervento ribadiamo la nostra vocazione ambientale”, ha aggiunto l’Assessore all’ambiente della Città di Bisceglie, Gianni Naglieri. “Il lavoro intrapreso già dal 2018 sta portando risultati significativi che confluiscono nell’ottenimento della bandiera blu, potentissimo strumento di promozione turistica che consente sviluppo economico e occupazione”.

L’inaugurazione, alla quale ha partecipato il consigliere comunale Francesco Coppolecchia, ha di fatto aperto la rassegna incentrata sull’ambizioso progetto di cooperazione territoriale in corso da due anni e finanziato dal programma Interreg Italia-Croazia intitolato “MARLESS”, acronimo di MARine Litter cross-border awarenESS and innovation actions, finalizzato a realizzare azioni diffuse che permettano di affrontare il fenomeno della plastica in mare (“marine litter”).

Dopo l’appuntamento al porto, alle ore 10 alle Vecchie Segherie Mastrototaro è cominciato il meeting “A clean Adriatic Sea for Futur Generations”, incentrato proprio su iniziative per tutelare il mare dall’inquinamento e caratterizzato da autorevoli interventi di partener nazionali e internazionali del progetto Marless. La manifestazione, sempre oggi, ha previsto inoltre l’inaugurazione di una mostra fotografica al Castello svevo-angioino che sarà visitabile anche nei prossimi giorni.

Domani, alle ore 9 alle Vecchie Segherie Mastrototaro, si terrà la parte conclusiva del convegno “A clean Adriatic Sea for Futur Generations”. A seguire, alle ore 12 al porto turistico di Bisceglie, a chiudere la manifestazione ci sarà la liberazione di tartarughe marine con la collaborazione di Pasquale Salvemini, presidente del Centro Recupero tartarughe marine-WWF Molfetta.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pnrr, Bat: accordo tra la Provincia e la Guardia di Finanza per tutelare i fondi

Un protocollo di intesa che intende evitare che le mani della criminalità organizzata finiscano sui miliardi in arrivo grazie al Pnrr. A siglarlo sono stati il presidente della provincia di Barletta – Andria – Trani, Bernardo Lodispoto, e il comandante provinciale della guardia di finanza, il colonnello Mercurino Mattiace per “garantire un adeguato presidio di […]

Sciopero generale il 14 dicembre, Valente (Cgil): pullman dalla Bat per Bari

Sono in partenza dalla provincia di Barletta – Andria – Trani pullman dalle camere del lavoro dei comuni del territorio per partecipare alla manifestazione in programma il 14 dicembre a Bari nella giornata di sciopero di 8 ore indetto dalla Cgil Puglia contro le misure previste nella manovra di Bilancio varata dal Governo Meloni. “Si […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: