Il dott. Rana a DidaMatica Milano, con un progetto realizzato presso il Liceo Scientifico di Bisceglie

Anche quest’anno, il lavoro scientifico del dott. Pasquale Davide Rana è stato selezionato per la conferenza di Didamatica 2022 tenuta in presenza a Milano. Il lavoro scientifico “Un artefatto cognitivo per la costruzione delle Social Skills. Il pensiero computazionale ed il pensiero creativo nel biennio del liceo scientifico. è stato scelto per essere presentato e inserito negli atti della conferenza di Didamatica 2022 organizzata da AICA nella sessione “Coding e Computational Thinking” tenutasi in presenza a Milano lo scorso 10 e 11 novembre. 
 
In questa pubblicazione viene mostrata un’applicazione dell’uso del pensiero computazionale e del pensiero creativo attraverso una didattica di tipo STEAM e project based per l’apprendimento delle social skills nel biennio del liceo scientifico mediante la realizzazione di un artefatto cognitivo e computazionale: una installazione multimediale grande come l’aula, costituita da una parte fisica – tangibile e da una multimediale – digitale, sul tema del bullismo.
 
Un “Artefatto cognitivo” è un oggetto che facilita lo sviluppo di specifici apprendimenti. Il termine “costruzione” può richiamare alla mente l’immagine della costruzione di un castello di sabbia, dei mattoncini della Lego che da bambini usavamo (o usiamo ancora) per la costruzione di castelli, vascelli e astronavi o alla teoria del costruzionismo, secondo la quale chi apprende costruisce modelli mentali per comprendere il mondo che lo circonda. Tale costruzione è più semplice se l’apprendimento è supportato dalla produzione di artefatti cognitivi che rispecchiano tali modelli, ovvero “dalla costruzione di un castello di sabbia, una torta, una casa di Lego, un programma per computer, una poesia o una teoria dell’universo.” – Seymour Papert. (1993), I bambini e il computer
 
In questa serie di laboratori “La tecnologia per parlare di… Bullismo e Cyberbullismo, conoscere per prevenire”, il pensiero computazionale è stato utilizzato per la costruzione delle abilità sociali. L’obiettivo è stato comprendere come gestire episodi di bullismo avendo chiaro in mente un personale algoritmo di gestione di tali episodi e la realizzazione di un artefatto cognitivo e computazionale, una installazione multimediale grande come l’aula, con una interfaccia utente tangibile, che presenta la problematica del bullismo ed alcune possibili soluzioni. 
 
Il pensiero creativo è stato favorito seguendo la spirale dell’apprendimento creativo: immaginare, creare, giocare, condividere e riflettere nelle fasi progettuali di ispirazione, progettazione e prototipazione dell’installazione multimediale.
Nella fase di ispirazione sono stati visti e commentati alcuni video tra cui: “metti i bulli ko senza fare a pugni” (jw.org) una lavagna animata che suggerisce alcuni modi non solo per affrontare la violenza, ma anche per prevenirla, “mai più un banco vuoto” (Fare x Bene Onlus) che mostra una storia di bullismo senza un lieto fine, l’empatia in pratica e la serie di video di Generazioni Connesse.
Nella fase di progettazione ciascun alunno ha concepito il suo contributo cartaceo e multimediale e ha realizzato il suo algoritmo personale di gestione di episodi di bullismo rispondendo alle domande: Come posso giocare d’anticipo? Oggi, se vengo preso di mira da un bullo, cosa potrei fare o dire? Cosa devo fare se assisto ad episodi di bullismo? Per l’allestimento dell’installazione multimediale, è stato scelto il colore azzurro per richiamare la campagna del Miur “Un nodo blu contro il bullismo a scuola”.
Per la fase di prototipazione insieme alle specifiche di funzionamento dell’installazione multimediale e per le basi teoriche del progetto si rimanda alla lettura dell’articolo scientifico.
 
Il progetto è stato realizzato presso il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Bisceglie (BT).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Domenica 12 febbraio a Bisceglie “Le nuove frontiere terapeutiche in ambito oncologico”

La Società Operaia di Mutuo Soccorso di Bisceglie ha organizzato un evento dedicato, dal titolo “Le nuove frontiere terapeutiche in ambito oncologico”, per domenica 12 febbraio 2023 ore 18,00 presso l’Auditorium di Roma Intangibile. Relatore il Dott. Gennaro Palmiotti, Primario Oncologo presso U.O. “ Don Tonino Bello” presso I.R.C.C.S. “GIOVANNI PAOLO II”di Bari. Introduzione di Giulia […]

Sergio Silvestris: «Quella abitativa è una delle grandi emergenze di questa città»

«Un Piano Casa per affrontare in maniera concreta l’emergenza abitativa che coinvolge centinaia di biscegliesi, rimettendo al centro della programmazione amministrativa il diritto all’abitare e la qualità dell’abitare». Questo l’impegno preso pubblicamente da Sergio Silvestris nel corso di un incontro dedicato alle politiche sociali con cittadini, operatori del settore e associazioni attive quotidianamente nel campo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: