Vigili del fuoco, Fp Cgil Bat: “Anno nuovo, problemi vecchi”

“Per quanto attestiamo  il lento ma continuo procedere dell’iter per la costruzione della nuova sede, nonostante la vicenda che ha interessato nel mese di agosto il sito dove verrà costruita la nuova sede, constatiamo l’attenzione dei vertici per l’assegnazione di nuove unità amministrative ed operative, seppur ancora al di sotto dell’organico previsto, non possiamo assolutamente non rimarcare la mancata assegnazione questa estate di una figura esperta per portare avanti la contabilità  del Comando e l’assegnazione nell’arco di quattro anni di tre Comandanti, che nella costruzione di un Comando bene non fa, ma quello che risulta al momento la carenza più grave che i vigili del fuoco della Bat e di conseguenza il territorio tutto ha: l’assenza a giorni alterni, settimane alterne di una autoscala”. Come tutti gli anni la Fp Cgil Vvf Bat tira le somme dell’anno che volge al termine e guarda al nuovo anno.

Giuseppe Rizzi e Ruggiero Doronzo del coordinamento della Funzione pubblica Cgil Vvf Bat insieme ad Ileana Remini, segretario generale Fp Cgil Bat intervengono anche questa volta, come sempre, “in maniera positiva collaborando alla crescita di un Comando Provinciale che sia all’altezza del territorio e del soccorso tecnico urgente che esso merita. Ma sottolineano che l’autoscala per i vigili del fuoco è il mezzo tra i più importanti per il soccorso sul territorio, una buona percentuale di interventi necessita del supporto di una autoscala. Bene la Bat dal 18 marzo ne è sprovvista, costretta a tamponare a volte con qualche dislocazione temporanea da parte di altri Comandi limitrofi ed extra limitrofi”.

La Fp Cgil Vvf Bat ritiene che “la visione su questo 2022 sia stata poco attenta alle esigenze del soccorso in alta quota, considerando che ormai l’autoscala conta più giorni in officina che in servizio essendo datata 1996, allora viene da sé che non può considerarsi un anno positivo solo per questo motivo. Qualche mossa più sensata, una piccola attenzione mirata per tutta la Provincia Bat può valere tanto in termini di crescita e sicurezza territoriale. Aspettiamo il 2023 con l’auspicio che qualche, intraprendente azione a livello centrale, come può essere l’assegnazione di una nuova autoscala, dia la possibilità ai vigili del fuoco di operare in sicurezza e soprattutto di dare alla popolazione della Bat un pronto intervento di soccorso, degno della parola stessa”, concludono Rizzi, Doronzo e Remini.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bonus acqua potabile: domande fino al 28 febbraio

Dal sito fiscomania.com. E’ stato confermato anche per il 2023, il bonus acqua potabile, volto diminuire il consumo di plastica: con questo credito d’imposta infatti viene sostenuta la spesa per acquistare sistemi di filtraggio o mineralizzazione, oppure di raffreddamento e addizione di anidride carbonica per l’acqua di casa. I fondi stanziati ammontano a 1,5 milioni di euro, rispetto […]

A Bisceglie arriva il primo nato nel nuovo reparto di Ostetricia

Prima nascita oggi nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie inaugurato lo scorso 31 gennaio dopo i lavori di riqualificazione. Il piccolo di chiama Nathan ed è nato alle 12:11 di oggi. Pesa poco meno di 3,4 chili ed è lungo 50 centimetri. “Sua mamma Milena sta bene”, fa sapere […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: