Marinai in stato di arresto, 5Stelle: la Croazia non rispetta i trattati? Governo risponda!

Apprendiamo dalla stampa locale che l’equipaggio del peschereccio biscegliese “Angela Madre” è stato fermato in acque non italiane da militari croati.

E’ successo in numerose occasioni che i nostri marinai pugliesi si trovino a dover sostenere processi indesiderati e multe salatissime, trattati come criminali per essere stati “beccati” a lavorare!!!

Parliamo di uomini che lavorano in condizioni estenuanti, lontano dalle loro famiglie, e ancora oggi non è dato sapere quale sia il giusto atteggiamento che dovrebbero tenere in prossimità di acque internazionali!

Da mesi, infatti, attendiamo una risposta dal Governo; dopo che la nostra consigliera regionale M5S Rosa Barone ha sollecitato la capitaneria di Molfetta per ottenere informazioni su questi avvenimenti, il nostro portavoce Emanuele Scagliusi in data 5 agosto 2016 ha presentato interrogazione parlamentare per capire se il Governo sia al corrente di quanto accade sulle coste Croate e ritenga che sia stato violato, il trattato di Pace di Parigi, in particolare l’articolo 11 comma 2, nonché quali iniziative intenda mettere in atto per assicurarsi che la Croazia rispetti gli accordi e permetta alle imbarcazioni italiane di agire in sicurezza e nel pieno rispetto delle leggi.
E’ il caso di ricordare che dopo la seconda guerra mondiale abbiamo ceduto l’isola della Pelagosa, dell’arcipelago delle Tremiti, alla ex Jugoslavia, ma il trattato di Pace di Parigi concede agli italiani di poter comunque pescare in queste acque. Ad oggi, sebbene sia subentrata la Croazia e la Convenzione non sia stata modificata, i pescherecci che vengono trovati a pescare in queste zone vengono bloccati, confiscati e i pescatori arrestati, e così gli italiani si trovano ad essere preda delle istituzioni croate che non stanno rispettando la convenzione, contravvenendo ai Trattati e ai rapporti istituzionali fra gli Stati.
Nel silenzio assordante dell’amministrazione, troppo impegnata in giochetti di potere unitamente ad un Governo assente ci chiediamo quanto i cittadini siano disposti a tollerare questa classe politica! In attesa di sviluppi e chiarezza tra le parti interessate esprimiamo la nostra vicinanza alle famiglie dei nostri marinai biscegliesi.
DAVIDE GALANTINO
5STELLE BISCEGLIE

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Aumento stipendi a Sindaco e assessori: ecco quanto percepiranno i nostri amministratori. Ad Angarano oltre 5mila euro al mese

Tutto nasce da un decreto del Ministero dell’Interno, di concerto con quello del Tesoro, che aveva stabilito che la misura delle indennità di funzione del Sindaco, degli Assessori e del Presidente del Consiglio e dei gettoni di presenza, fosse commisurata, a decorrere dal primo gennaio 2022, alla dimensione demografica degli Enti e tenuto conto delle […]

Elezioni, D’Addato: Bisceglie il comune in cui il terzo polo ottiene la più alta percentuale in Puglia

«Una lista nuova ma con un risultato solido e decisivo. Il collegio del Senato in cui ho corso come candidata uninominale si afferma al primo posto fra i cinque in cui è suddivisa la circoscrizione pugliese. Con il 5, 53% e più di 18.000 voti, la lista Azione-Italia Viva spicca con un risultato a noi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: