Scuola della “167” dedicata a Pertini. Partono le polemiche. Ed è solo l’inizio.

Senz’altro diventerà un “caso politico” e, ne siamo certi, sarà inserito nei prossimi programmi elettorali di diversi candidati a Sindaco la volontà di cambiare intitolazione alla nuova scuola che sorge nella zona “167” di Bisceglie, che tra poche ore prenderà il nome di “Sandro Pertini”.

Dal web partono le prime vibrate proteste  verso l’Amministrazione Comunale che domani, 30 agosto, inaugurerà la nuova scuola, e la lapide di Pertini al quale sarà dedicato il plesso scolastico.

«Avrei preferito Berlinguer all’assassino Pertini, se davvero fosse necessario dedicare qualcosa a un comunista» scrive su un social Matteo P. Questo è solo uno dei più provocatori messaggi scritti da alcuni concittadini.

Ora si attendono le reazioni dei rappresentanti politici della destra sociale o di quel centrodestra che resta a Bisceglie. Da Prete di “Noi con Salvini” a Tonia Spina di Forza Italia; da Gianni Casella, da diversi anni collocato a destra, a Sergio Silvestris che a destra, nella destra con il simbolo della Fiamma, ci è nato e ci ha vissuto per venticinque anni e che, purtroppo, da tempo ha smesso di parlare la lingua insegnata da Almirante.

Le polemiche sono solo iniziate. Non finiscono qui.

 

MAURIZIO RANA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Scuola, Regione Puglia verso l’istituzione di operatori sanitari per emergenza

Per ora è una bozza di delibera che, se approvata, potrebbe portare nelle scuole pugliesi due novità importanti per consentire il rientro in classe di studenti e docenti in totale sicurezza. Come anticipato nei giorni scorsi dall’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco, la Regione è al lavoro sull’istituzione del team di operatori sanitari scolastici […]

Ristori Regione Puglia, La Notte: “Un progetto che porta i suoi frutti in termini di concretezza”

Dallo scorso mese di dicembre le Camere di Commercio di Bari e Foggia hanno ricevuto dalla Regione Puglia i 20 milioni di euro destinati come ristoro alle imprese costrette chiudere nella settimana tra l’8 e il 14 dicembre, con l’estensione della zona arancione a 20 Comuni delle province di Foggia, Barletta-Andria-Trani e di Bari. Questi i […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: