U Sinnéche “Mézze servizzie” (Il Sindaco “Mezzo servizio”) (di Nicola Ambrosino)

La satira dialettale ispirata da tragicomiche vicende pubbliche.

Stòve na vólte “Mézze servizzie”,

Sinnéche boune, ma che ne vizzie…

de inaugurò na vólte e pó arrète…

na scóle che, alla féne, nan ère comblète!

Saupe a na chiènghe appeggiòve na pète?

U vedeve parté che la Giunde o comblète,

a mètte na targhe, che dò arrecherdòve…

“Mèzze servizzie” che t’ammenestròve!

A ne candaune mettè na rotònde?

“Mèzze servizzie” arrevòve giò pronde

e che la bènne, u fresckiétte e u tamburre…

schepréve u servizzie…dò fatte de burre!

Alla prim’acque che Criste scettòve…

la stessa rotònde all’istènde scuagghiòve;

a ce addemannéve: “Ce à fatte stù pizze?”,

respennèvene tutte: “Mèzze servizzie!”.

“Mèzze servizzie” pe la bececlétte…

facià re piste aggarbòte e perfétte;

che ne celefréne re ‘ngelesciòve…

ma alla prim’acque, la piste allagòve!

Ère assà bròve “Mèzze servizzie”…

mó na lassòte e chiangéme stu tizzie;

mó “decaduto” và acchiènne u pizze

de fò u “Deputòte”… a Mèzze servizzie!”.

 

NICOLA AMBROSINO

 

GLOSSARIO DIALETTALE

Saupe a na chiènghe appeggiòve na pète? = Sopra una chianca appoggiava una pietra?

Che dò arrecherdòve = Che là ricordava

“Mèzze servizzie” che t’ammenestròve! = “Mezzo servizio” che ti amministrava

A ne candaune mettè na rotònde? = In un angolo costruiva una rotonda?

Schepréve u servizzie…dò fatte de burre! = Scoprivi il manufatto costruito male

Alla prim’acque che Criste scettòve = Alle prime piogge venute giù dal Cielo

La stessa rotònde all’istènde scuagghiòve = La rotonda si scioglieva come burro

A ce addemannéve = A chi domandavi

Respennèvene tutte = Rispondevano tutti

Facià re piste aggarbòte e perfétte = Realizzava buone piste ciclabili

Che ne celefréne re ‘ngelesciòve = Con un rinfresco le inaugurava

Ma alla prim’acque, la piste allagòve! = Alle prime piogge anche le piste si allagavano

Mó na lassòte e chiangéme stu tizzie = Adesso ci ha abbandonato e lo rimpiangiamo

Mó “decaduto” và acchiènne u pizze = Adesso, decaduto, è in cerca di una poltrona

De fò u “Deputòte”…”Mèzze servizzie!”. = Di diventare deputato a mezzo servizio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Giornata del dialetto, l’Associazione “Borgo Antico” promuove poesia in filodiffusione

Il prossimo 17 gennaio ricorrerà la nona edizione della “Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali”, istituita dall’Unione Nazionale delle Pro Loco per sensibilizzare alla tutela dell’immenso patrimonio linguistico e culturale rappresentato dal dialetto. La dodicesima edizione si svolgerà ovviamente in maniera diversa, dal momento che la pandemia ancora in atto non permetterà l’organizzazione delle manifestazioni […]

Giornata Nazionale del Dialetto 2021

Purtroppo quest’anno 2021, a causa dell’emergenza in atto dovuta alla pandemia per il coronavirus denominato SARS-CoV-2, il giorno 17 gennaio non si terrà il consueto appuntamento della GIORNATA NAZIONALE del DIALETTO nell’ambito delle iniziative promosse dalla UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia). La Canigghie, Associazione per la salvaguardia e valorizzazione della lingua locale, e la […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: