DUEMILADICIOTTO (di Pasquale Consiglio)

2 Gennaio 2018 0 Di ladiretta1993

Sei ancora una scatola chiusa

col fiocco, confezione regalo

Per me rimani una Musa

che attende il mio approdo, il mio scalo

Incerto se correrti incontro

o attendere pigro i tuoi giorni

e intanto fogli d’inchiostro

si colmano tra bianchi contorni

Scoprire il futuro stasera

o subirlo senza alcuna difesa?

Non oso scrutare la sfera

per troncare i tempi d’attesa

Mi lascerò trasportare

in ogni disegno pensato

sarò barca oppur sarò mare

ma non sfiderò il mio fato

Cercherò in ogni occasione

la nota gradita al mio udito

che muta anche un vicolo cieco

in uno spazio infinito

PASQUALE CONSIGLIO