Morte fratelli Di Ceglie: revocati arresti domiciliari al 22enne coratino

Sono stati revocati gli arresti domiciliari al 22enne coratino che fu coinvolto nell’incidente stradale sulla Bisceglie-Corato che provocò la morte dei fratelli  Carlo e Sergio Di Ceglie, rispettivamente 56 e 53 anni.

Come si ricorderà, i due biscegliesi si stavano recando in campagna alle prime luci dell’alba a bordo di un furgone, quando furono protagonisti di uno spaventoso impatto con la Giulietta guidata dal 22enne coratino, che era in compagnia di una ragazza.

La posizione del giovane, a pochi giorni dalla convalida dell’arresto ai domiciliari, potrebbe aver perso qualche pesantezza, a causa della ricostruzione dei fatti, nonostante risultò positivo all’acol test. Il giovane è ora sottoposto all’obbligo di dimora, con divieto di allontanamento da casa nelle ore notturne.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vandali in azione nel centro storico, divelti alcuni addobbi allestiti per le feste natalizie

Lo sforzo dei tanti residenti, commercianti e giovani volontari dell’associazione “Borgo Antico” si scontra con l’ottusità di pochi vandali e teppisti, che la scorsa notte hanno divelto alcuni degli addobbi ideati per abbellire il centro storico in occasione delle festività natalizie. «Da settimane, tutti insieme, ci siamo messi all’opera per rendere il nostro centro storico […]

Furti negli uliveti: Confagricoltura Bari – Bat chiede l’intervento delle autorità

Martedì 29 novembre Confagricoltura Bari-Bat ha inviato una richiesta di incontro con le autorità competenti per discutere sull’ordine pubblico a seguito dell’intensificarsi del fenomeno di furti nelle campagne in particolare del nord barese. La situazione è molto critica per via della stagione, in piena fase di vendita del prodotto. L’oliva andriese infatti ha delle peculiarità […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: