Festa Patronale, pochi soldi dal Comune per Fontana. Le luminarie fanno schifo.

1 Agosto 2018 0 Di ladiretta1993

E’ la settimana più attesa dell’anno, non solo per la cittadinanza biscegliese ma soprattutto per gli emigrati che approfittano di questi giorni di tradizione millenaria nella nostra città per far ritorno nella loro mai dimenticata terra.

Però quest’anno il Comitato Feste Patronali ha dovuto fare i salti mortali per garantire il minimo indispensabile dal punto di vista folkloristico e far quadrare i conti. «Cerchiamo di fare il meglio possibile, cercheremo comunque di rispettare la tradizione millenaria di questa festa», afferma il dott. Fontana, attuale Presidente del Comitato Feste.

«Quest’anno abbiamo avuto un budget abbastanza limitato, costringendoci ad intervenire sulle liminarie che sono state -di fatto- ridotte nella parte superiore del Palazzuolo», conclude Fontana.

Non solo pochi contributi da parte dei cittadini e dei commercianti, ma anche il dimezzato sostegno da parte del Comune di Bisceglie: lo scorso anno, da Palazzo di città furono stanziati 80 mila euro a favore degli organizzatori della Festa Patronale,  quest’anno il contributo si è letteralmente dimezzato, raggiungendo appena 40 mila euro.

Le luminarie obiettivamente sono squallide, non creano armonia, disegni di luci. Fanno schifo. E sarebbe stato ancor peggio, se non ci fosse stata la garanzia della passione del dott. Fontana che -tra mille sforzi- è riuscito a mantenere viva la tradizione della sua storia di Bisceglie, tanto sotto il profilo culturale quanto dal punto di vista organizzativo.

Annunci