Ponte Lama a rischio strutturale, Napoletano: «Si intervenga subito»

La tragica caduta del ponte di Genova ha acceso nuovamente i fari sulla sicurezza del Ponte Lama di Bisceglie.
Almeno da parte di qualche giornalista locale, visto che la nuova Amministrazione Comunale mi sembra faccia finta di nulla.


SONO TROPPI ANNI CHE SEGNALO CON FORZA, INASCOLTATO, IL PROBLEMA.
QUANDO ERO SINDACO, feci inserire la realizzazione dell’opera di allargamento del Ponte Lama nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche.
Le Amministrazioni Comunali successive non si sono mai impegnate in quella direzione.
DA DEPUTATO, dopo avere inutilmente tentato di fare approvare un emendamento alla Legge Finanziaria del 2007, per fare finanziare l’opera, feci approvare dalla Camera dei Deputati un ordine del giorno, che impegnava il Governo Prodi comunque a finanziare l’opera stessa.
Caduto quel Governo, dopo pochi mesi, non mi risulta che NESSUN ALTRO PARLAMENTARE BISCEGLIESE SI SIA MAI IMPEGNATO perchè i Governi successivi (di diversa estrazione politica) finanziassero quel progetto.
Nel frattempo, GLI ALBERI DI FICHI E LE ERBACCE SONO CRESCIUTI RIGOGLIOSI.
Nel mese di luglio del 2011, DA SEMPLICE CONSIGLIERE COMUNALE, ho presentato, a nome dei Comunisti Italiani, una interrogazione consiliare all’allora Amministrazione Comunale, per sollecitare iniziative immediate, che mettessero in sicurezza il Ponte Lama, nonchè l’attuazione del progetto che giace ormai da anni nei cassetti comunali.
Intervento inutile.
Nel gennaio del 2016 (in tempi davvero non sospetti, oltre due anni e mezzo fa), DA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE, sono intervenuto nuovamente e con vigore, denunciando i rischi strutturali del nostro Ponte murattiano (risalente a più di 200 anni fa, quando non esistevano autoveicoli ed i carichi erano diversi) e sollecitando l’urgenza della realizzazione del progetto del nuovo Ponte (che non abbatte l’esistente, ma lo sovrappone con un altro più largo e resistente).
Ancora intervento inutile.
Nelle diverse elezioni amministrative (non solo nelle ultime e recenti) che mi hanno visto candidato Sindaco, HO SEMPRE INSERITO NEL PROGRAMMA MIO E DELLA MIA COALIZIONE LA PRIORITA’ DEL PONTE LAMA.
I cittadini, com’è noto, hanno deciso diversamente e del Ponte Lama non se n’è più parlato.
Fino a questi giorni tragici.
CHIEDO CON FORZA ALL’ATTUALE SINDACO DI ATTIVARSI, CON URGENZA E SENZA ULTERIORI INDUGI, affinchè, nuovamente : 1) il Ponte Lama sia oggetto di una perizia tecnica che ne verifichi immediatamente la sicurezza; 2) il Comune si attivi per la realizzazione del progetto del nuovo Ponte Lama, anche, nel caso di mancato finanziamento statale, accendendo un mutuo, a tasso agevolato, da ammortizzare anche in trent’anni, con la Cassa Depositi e Prestiti (il Comune, che ha un bilancio sano, può ancora contrarre mutui per le opere pubbliche); 3) si rimuovano immediatamente gli oltre 20 alberi di fichi che crescono tra le pietre del Ponte, oltre alle numerose sterpaglie, che ne minano l’integrità strutturale.
Prima che possa essere troppo tardi e che qualcuno debba pagare per le proprie responsabilità.

Franco Napoletano

Consigliere Comunale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Angarano come Kennedy, foto di compleanno con stessa idea e stessa posa

Ieri, 5 maggio, il sindaco Angelantonio Angarano ha festeggiato il suo compleanno. Molti gli auguri formulati sul suo profilo Facebook, in particolare tra i commenti alla foto che lo stesso Sindaco aveva postato per ricordare l’evento. La foto ritraeva i suoi due figli che giocano sotto la scrivania della stanza di Palazzo di Città riservata […]

Immobili sgomberati, Spina ad Angarano: «Ci racconti la verità. Gli immobili sono liberi? Le famiglie sono state aiutate?»

«Esattamente un mese fa la stampa nazionale si occupò degli sgomberi degli abusivi di Bisceglie, con tanto di “selfie di Angarano” che si vantava del suo “pugno di ferro”. Dopo un mese, i cittadini si chiedono che fine abbiano fatto gli immobili sgomberati (se siano a tutt’oggi liberi o siano stati nuovamente occupati) e se […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: