Galantino (M5S) chiede l’intervento del Governo per dare risposte ai 1500 lavoratori della zona

18 Dicembre 2018 0 Di ladiretta1993
Il deputato di Bisceglie del M5S Davide Galantino interpella Di Maio, Ministro dello sviluppo economico, sulla questione della Casa Divina Provvidenza.

Galantino spiega: “ho chiesto alla società che gestisce il complesso Divina Provvidenza di conoscere il piano industriale dell’azienda ma la mia richiesta è stata respinta. Per questo ho chiesto al Governo di inoltrare la stessa richiesta. Negheranno la risposta anche a loro?”.

“Il motivo della richiesta – spiega il deputato del M5S – è che la nuova società, nata nel 2015, è subentrata nel 2017 alla Congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza in Amministrazione Straordinaria, nella proprietà dell’Opera Don Uva, al momento occupa circa 1500 dipendenti per altrettanti posti letto. Lavoratori preoccupati per il proprio futuro. Le assicurazioni dell’azienda lasciano i lavoratori un po’ perplessi dinanzi alla chiusura di interi edifici che senza alcun intervento continuano il loro degrado e alla carenza di figure assistenziali nei reparti. Conoscere il piano industriale dell’azienda potrà fornire loro delle informazioni tranquillizzanti oppure rivelare la necessità di migliori interventi. Coinvolgere come sto facendo il ministro Di Maio ci aiuterà a dare delle garanzie ai lavoratori del nostro territorio.

La storicità e la realtà locale che accompagna e fa da cornice alla Congregazione non possono essere sottaciute così come non può rimanere indiscusso, non solo nelle sedi istituzionali, ma anche con l’apertura all’utenza tutta, il piano industriale pluriennale.” conclude Galantino.
Annunci