Sesso in luogo pubblico. I passanti si infuriano, finisce in rissa

Una scena come quella vista nella serata di ieri in pieno centro a Bisceglie potrebbe definirsi “boccaccesca” e cioè come dice il dizionario “di una licenziosità molto spinta”.

Ma un ragazzo ed una ragazza che quasi si denudano nelle loro effusioni di amore all’aria aperta nei pressi di piazza San Francesco, rappresentano prima di tutto una manifestazione di idiozia. In questa storia però non sono i soli a mostrare scarsa intelligenza. Decine di ragazzini immancabilmente riprendono la scena con gli smartphone, nessuno pare abbia avvisato le forze dell’ordine in quanto si stava consumando il reato previsto dall’art. 527 del codice penale (atti osceni in luogo pubblico).

Video e foto si diffondono su Whatsapp nella giornata di oggi alla velocità della luce e arrivano anche alla redazione de La Diretta.

Il basso livello del senso civico biscegliese termina di manifestarsi con l’intervento di alcuni -chiamiamoli così- frequentatori abituali della villa comunale. Volano calci e pugni nei confronti del ragazzo e nulla più si sa di come sia andata a finire. Qualsiasi sia stato il finale di questa storia però, il rispetto delle regole non ci è entrato per niente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid. In Puglia 164 nuovi casi, nessun decesso

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 25 luglio 2021 in Puglia, sono stati registrati 6610 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 164 casi positivi: 43 in provincia di Bari, 12 in provincia di […]

Bari: «Giù le mani dai bambini, libertà, no green pass». Alla protesta anche una quarantina di persone da Bisceglie

Chi in treno, chi in auto con amici. Sono circa una quarantina i biscegliesi che ieri hanno raggiunto il capoluogo pugliese per partecipare alla manifestazione, in contemporanea con molte città italiane, contro “il passaporto schiavitù e l’obbligo vaccinale”. L’appuntamento, in ogni luogo d’Italia, era fissato per sabato 24 luglio alle 17,30.  I promotori, che affermano […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: