Non si fermano all’alt a Foggia. Inseguiti e fermati. Le targhe del mezzo, rubate a Bisceglie

I Carabinieri della Compagnia di Cerignola, su disposizione del Comando Provinciale di Foggia, hanno intensificato i servizi di controllo del territorio in località Borgo Tressanti per prevenire e contrastare situazioni di illegalità, con particolare riferimento ad attività di caporalato.

Martedì sera i militari del NORM – Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale in concorso tre cittadini africani, due del Gambia e uno del Senegal, di età compresa tra i 25 e i 31 anni, tutti incensurati e regolari sul territorio nazionale. I tre, mentre transitavano nel citato borgo a bordo di un Fiat Ducato, alla vista dei Carabinieri che avevano intimato loro l’alt, non si sono fermati, dando il via ad un pericoloso inseguimento che ha avuto termine dopo alcuni chilometri, quando i militari sono riusciti a raggiungerli e a bloccarli. All’esito degli accertamenti, i Carabinieri hanno rilevato che il numero di telaio del furgone sul quale viaggiavano i tre era stato alterato e le targhe, invece, appartenevano ad una Fiat 500, oggetto di furto avvenuto lo scorso aprile a Bisceglie. I tre sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e denunciati alla Procura di Foggia per il reato di ricettazione. Il mezzo è stato sequestrato per essere sottoposto a ulteriori e più approfonditi accertamenti, anche volti a verificare se lo stesso possa essere stato utilizzato quale mezzo di trasporto per attività di caporalato.

Dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. A seguito della convalida dell’arresto, il GIP del Tribunale di Foggia ha disposto la loro liberazione in attesa del processo.

con fonte foggia.news24

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia stop a tamponi fatti da medici famiglia

Dal primo agosto i medici di famiglia pugliesi non possono fare più tracciamento e nemmeno effettuare tamponi Covid, ad eccezione della richiesta in caso di primo test. E’ scaduto, infatti, l’accordo con la Regione Puglia che aveva durata sino al 31 maggio scorso, poi prorogato al 31 luglio e adesso non rinnovato. L’organizzazione sindacale dei […]

Covid: 236 nuovi casi di contagio in Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha reso noto che oggi in Puglia, sono stati registrati 12.668 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 236 casi positivi: 98 in provincia di Bari, 15 in provincia di Brindisi, 23 nella provincia Bat, 24 in provincia di Foggia, 44 in provincia di Lecce, 22 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: