Basta uso plastica: nelle mense scolastiche di Bisceglie la prima sperimentazione

Abbattere l’uso della plastica nel servizio di refezione scolastica. Punta a questo obiettivo la sperimentazione in corso in due sezioni, una di scuola dell’infanzia e una di scuola primaria, del plesso scolastico “Angela di Bari” di Bisceglie, che prevede l’uso di un nuovo kit con piatti e bicchieri riutilizzabili e posate in acciaio, adatte all’uso dei bambini. Il tutto contenuto in sacchettini di juta che fungono anche da tovagliette.

“L’uso di stoviglie e posate non più usa e getta, da lavare quotidianamente, consentirebbe di non utilizzare giornalmente una grossa quantità di plastica monouso”, ha spiegato Vittoria Sasso, assessore alle politiche scolastiche del Comune di Bisceglie. “La sperimentazione, concordata con genitori e insegnanti, serve a capire la fattibilità del servizio ed eventuali accorgimenti da adottare. Per esempio è prevedibile la necessità di dotare le famiglie di un paio di kit in modo tale che possano essere alternati nell’utilizzo. L’obiettivo è inserire nel prossimo bando per la refezione scolastica un chiaro indirizzo verso il plastic free, entrando già nell’ottica del rispetto della normativa europea che dal 2021 impone di bandire l’uso della plastica sulle tavole delle scuole. Ringraziamo l’azienda che si occupa del servizio per la disponibilità a recepire la richiesta dell’amministrazione”.

“La riduzione dell’uso della plastica, fino al totale azzeramento, consente di educare i bambini, sin dalla tenera età, al rispetto dell’ambiente”, ha sottolineato il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Questo è solo uno degli aspetti che riguarderanno il futuro della refezione scolastica nella nostra Città, che deve prevedere un miglioramento degli standard qualitativi dei pasti e un costo parametrato al reddito, con maggiori scaglioni rispetto ad ora ed esenzioni per le famiglie più in difficoltà. Nel prossimo bando stiamo pensando a premialità per l’uso di prodotti stagionali a chilometro zero, per chi si impegna nel contrasto allo spreco alimentare e nella raccolta differenziata”, ha concluso il primo cittadino di Bisceglie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Unesco e Liceo “Da Vinci”: La giornata della terra con esperti per formare i giovani del domani

Il Liceo “L. da Vinci” di Bisceglie e il Club per l’UNESCO di Bisceglie in collaborazione con il Comune di Bisceglie, l’Ordine Architetti P.P.C. BAT e il Dipartimento ICAR del Politecnico di Bari, intendono proseguire nella campagna di sensibilizzazione dei propri alunni, già avviata nell’A.S. 2020-2021, nei confronti dei Goal dell’AGENDA 2030 e contestualmente delle […]

Visita guidata al “Museo Don Uva” Don Uva alla scoperta del Venerabile: la vita, le opere e le storie dei luoghi

Fondazione S.E.C.A. per la Cultura presenta: la prima visita aperta al pubblico al nuovo “Museo Don Uva”. Nato dalla collaborazione tra Fondazione S.E.C.A. di Trani, Universo Salute “Opera Don Uva” e Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza di Bisceglie, inaugurato a settembre, il “Museo Don Uva” aprirà per la prima volta le porte al pubblico sabato 30 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: