Flavio Insinna rimette in carreggiata un’Estate Biscegliese molto discussa

«Fateme prima cambia’ e poi ce facciamo tutte le foto che volete» . Il famoso attore e conduttore televisivo romano Flavio Insinna, ha mantenuto la promessa, dopo aver indossato una t shirt azzurra, sostituita alla camicia bianca, ha accontentato i suoi numerosi fans presso il Teatro Mediterraneo di Bisceglie, stracolmo di gente, dove si è svolto lo spettacolo “La Macchina della Felicita’, Ricreazione, di Marco Perrone, Marco Presta, Franco Bertini, Fabio Toncelli e dello stesso Insinna.

Lo show che rientrava nel programma estivo Bisceglie sull’Onda, e’ stato un grande successo, ottima la scelta da parte dell’ Amministrazione Comunale dell’ attore, per il suo grande spessore culturale. Presenti all’ evento, anche l’assessore alla cultura Tonia Spina, il vice sindaco Angelo Consiglio e il consigliere Michele De Noia.

 

Per oltre due ore, il bravissimo conduttore, ha divertito il pubblico, soffermandosi su svariati argomenti, dalla politica, alla pubblicita’ dal gossip, al femminicidio, dall’ immigrazione alle vacanze, dalla scuola agli errori nella lingua italiana, tra questi: “dobbiamo rimboccarci le mani, sei piu’ bello vivo, oppure alcuni suoi fans che lo fermano per dirgli, di vederlo spesso all’ eternità.”

La sua bravura e’ tale, che anche i numerosi slogan pubblicitari, sono stati declamati, come se fossero stati poemi.

 

Durate il suo monologo, sono susseguiti degli intermezzi musicali della Piccola Orchestra, con musica pop inglese e italiana, tra questi non poteva mancare per il tema trattato, il brano felicita’ di Albano e Romina Power, grazie alla splendida voce di Martina Cori, accompagnata dagli altri componenti del gruppo, Angelo Nigro Piano & keyboards, Vincenzo Presta saxes, Saverio Petruzzellis Batteria e percussioni, Giuseppe Venezia Basso & contrabbasso, e Filippo D’ Allio chitarre.

 

L’ attore ha scritto su di un cartellone la frase la felicita’ e’….. ed i presenti l’ hanno completata, suggerendogli: la felicità e’ dare speranza agli ultimi, un fetta d’ anguria a tutti e infine, trovare parcheggio e rimanere sempre di buon umore.

I cartelloni, sono stati sostenuti da alcuni bambini che hanno permesso al pubblico di essere letti e fotografati.

 

Flavio Insinna, ha concluso lo spettacolo dicendo: sapete cos’è la felicità per un bambino? Avere una palla e l’attore lo ha dimostrato lanciando dei grandi palloni rossi tra il pubblico, che li ha fatti rimbalzare e per un istante, tutti sono ritornati fanciulli.

 

Nel manifesto pubblicitario, l’ attore si fa ritrarre mentre salta dalla gioia, si tratta di un Jelfie, la tendenza di fare fotografie mentre si salta. Un termine che deriva da due parole inglesi, jump e selfie ovvero, scattarsi un selfie mentre si salta. L’ origine di questa foto risale agli anni 1950 quando il fotografo americano Philippe Halsman, invento’ il termine jumpology nel quale alcuni personaggi famosi si fecero scattare un selfie mentre saltavano, tra queste vi sono Marilyn Monroe Audrey Hepburn e Grace Kelly.

 

La sua e’ una biografia con molteplici successi, iscritto alla scuola di recitazione Alessandro Fersen, si e’ diplomato al laboratorio di esercitazioni sceniche diretto da Gigi Proietti

 

Ha condotto programmi come Affari Tuoi, con il quale vince il premio Regia Televisiva come migliore programma dell’ anno, dove ottiene anche grandi consensi che gli faranno aggiudicare il Telegatto, ha condotto La Corrida, scritto libri come: Neanche con un Morso all’ Orecchio, e La Macchina della Felicita’, realizzato le Fiction Don Matteo con Terence Hill e Nino Frassica per la RAI, interpretando Don Bosco e Don Pappagallo, una delle 335 vittime dell’ eccidio alle Fosse Ardeatine, interpretato il ruolo del commissario, nel telefilm “Ho Sposato uno Sbirro”.

Ha condotto la maratona benefica di Telethon e la serata evento, Mi e’ Sembrato di Vedere un Blob.

Nel film d’animazione della Disney, Insinna presta la voce ad un robot, condurrà l’ Anno che Verrà  partecipa al film: Il Professor Cenerentolo di Leonardo Pieraccioli e il 23 Dicembre del 2015, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella lo nomina Cavaliere. Il 14 maggio del 2016 ha commentato la finale dell’ Eurovision Song Contest. Dal 24 Settembre del 2018 Insinna e’ il nuovo conduttore di l’ eredita’.

 

Nel 2015 ha donato a Medici Senza Frontiere, la sua barca Roxana, affinchè venisse usata nel soccorso ai profughi, in seguito l’ imbarcazione fu venduta e il ricavato donato alla comunita’ di Sant’ Egidio.

 

Antonella Salerno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Mediterraneo: Venerdì 26 novembre omaggio ad Alessandro Leogrande con lo spettacolo Fiori del deserto della compagnia Kuziba Teatro

Venerdì 26 novembre alle ore 21.00 nella Chiesa di Santa Margherita il festival Mediterraneo ospita lo spettacolo teatrale Fiori del Deserto, fatti e anfratti di eremiti mediterranei della compagnia Kuziba Teatro testo e regia Bruno Soriato, con Livio Berardi, Rossana Farinati, Bruno Soriato per omaggiare, a quattro anni dalla sua scomparsa, lo scrittore Alessandro Leogrande […]

Mediterraneo: Faraualla in concerto per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Giovedì 25 novembre si celebra la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e il festival Mediterraneo, organizzato per sistemaGaribaldi dall’associazione Linea d’onda con la direzione artistica di Carlo Bruni, progetto riconosciuto dal Ministero della Cultura, sostenuto da Regione Puglia e Comune di Bisceglie e realizzato in collaborazione con Vecchie Segherie Mastrototaro in […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: