Club Unesco, successo e affluenza di partecipanti per le Giornate Europee Patrimonio del Consiglio d’Europa

………con i Versi “Parlami o Musa…di pietre silenti” del Poeta dialettale Nicola Ambrosino e la voce suadente dal timbro mediterraneo  del Tenore M° Gianni Mazzone che ha cantato Mattinata di Ruggero Leoncacallo, si è aperta la Giornata Europea Patrimonio  del CoE sabato 21 settembre, alle ore 10:00 presso il sito archeologico DOLMEN  – la chianca ”Testimone di una Cultura di Pace” alla presenza di cittadini biscegliesi e di altre città limitrofe o inglesi, Associazioni Culturali e Militari, Docenti con alunni di scuola elementare, che avevano prenotato la propria partecipazione.

La fascia costiera del nord barese, dove è inquadrato l’agro biscegliese, ha spiegato Pina Catino Presidente del Club per l’UNESCO di Bisceglie, è un paesaggio geologico nelle cui forme è descritta e leggibile la storia della regione. Essa è codificata in parte negli strati calcarei della roccia affiorante quasi ovunque, una roccia risalente al Cretaceo (circa cento milioni di anni fa) e derivata dai fanghi dei fondali marini di quel periodo…………..nella parte più recente di questa lunghissima evoluzione, appare l’uomo, con le sue azioni legate all’utilizzo del territorio e delle sue “georisorse”, quelle litiche in primis.. (Salvatore Valletta Presidente Ordine dei Geologi della Puglia)

Dopo i saluti Istituzionali del Sindaco Città di Bisceglie, dott. Angelantonio Angarano e dell’Ass. alla Cultura e Turismo dott.ssa Tonia Spina, sono  intervenuti il Presidente Archeoclub cittadino prof. Luigi Palmiotti, il Presidente Gruppo Scout Bisceglie – sig. Mimmo Rana,  il poeta Nicola Ambrosino, la pittrice prof.ssa Assunta Fino, M° Angelarosa Graziani pianista, M° Gianni Mazzone.

La  sera del 21 settembre al Museo Etnografico “Francesco Prelorenzo” nella Torre Normanna di Bisceglie (Torre Maestra)  https://go.coe.int/RpnAj in partnership Archeoclub d’Italia Sede Bisceglie e Patrocinio del Comune di Bisceglie, sono state messe in mostra opere sul Patrimonio Intangibile degli artisti Giacinto Galantino – Miniature di monumenti in pietra biscegliesi e cav. Giacomo Gesmundo Statuaria in argilla, cartapesta, legno e stoffa che rappresentano la donna, i mestieri di una volta, volti   segnati dal duro lavoro, pastori  tipici della Murgia nord barese.

     Il titolo all’iniziativa “Ind’o córe de la Tòrra Mèste” è stato ispirato dai versi del poeta Demetrio Rigante che è intervenuto con un omaggio al suo paese natio declamando una sua Ode “A Vescègghia mèa bèlle”. L’Autore, a testimonianza del momento emozionante condiviso con tutti i presenti, ha scritto nel registro delle presenze quanto segue…………L’emozione di essere all’interno della Torre Normanna, sede del Museo Etnografico di Bisceglie, crea nell’animo di qualunque visitatore un tale movimento al quale non si può rimanere indifferenti. La poesia è emozione e i versi che seguono sono frutto di quel moto interno che avverto ogni volta che mi trovo “ind’o córe de la Tòrra Mèste…” [nel cuore della Torre Maestra].

Dopo la cerimonia d’apertura con la lettura del Preambolo Atto Costitutivo UNESCO a cura dell’Assessore alla Cultura e Patrimonio, dott.ssa Teresa De Carolis e, la presentazione GEP 2019 a cura del presidente Club per l’UNESCO di Bisceglie, Pina Catino, mirato ad  approfondire la comprensione del passato comune dell’Europa, valorizzare i valori tradizionali e promuovere nuove iniziative di educazione al patrimonio e di conservazione,  sono  intervenuti

In Turi il 22 settembre, dopo la cerimonia d’apertura con la lettura del Preambolo Atto Costitutivo UNESCO a cura dell’Assessore alla Cultura e Patrimonio, dott.ssa Teresa De Carolis e l’ intervento a cura di Pina Catino, mirato ad approfondire la comprensione del passato comune dell’Europa, valorizzare i valori tradizionali e promuovere iniziative di educazione al patrimonio, sono  intervenuti  nella Chiesa soprastante la cavità carsica, più conosciuta dai turesi con il nome di” Cappellone di Sant’Oronzo”, il Sindaco dott.ssa Ippolita Resta, l’Ass. alla Cultura e Turismo dott.ssa T. De Carolis, il Presidente Ass. Naz. Bersaglieri “ Pedrizzi” Turi sig. Francesco Tria, il Presidente Ordine dei Geologi della Puglia geol. Salvatore Valletta,  il Vice Presidente AISM Bari dott. Giovanni de Cesare.

Il past Presidente ANB “Pedrizzi” di Turi, dott. Alberto Lenato, ha commentato due video sui lavori svolti nella Grotta di sant’Oronzo a cura di speleologi soffermandosi su venti anni di studi condotti per la valorizzazione del geosito. A seguire la relazione tecnica del geol. Fabio Luparelli ha accompagnato i visitatori nella  Grotta carsica sede di Culto, per mezzo di una scalinata al centro della navata della chiesa.

La cavità carsica scavata nelle rocce cretacee della Formazione del Calcare di Bari, età cenomaniano- Turoniano è stata censita dall’ORDINE dei Geologi della Puglia nel volume Geositi Della Puglia Ed 2015, a cura di Mastronuzzi G, Salvatore Valletta, Damiani A, Antonello Fiore, Francescangeli R, Giandonato P. B., Iurilli V. Sabato L,  e SIGEA nel libro Il Patrimonio Geologico Della Puglia. Territori e Geositi Ed. 2010.

Per la mostra d’arte, il cui tema era rivolto a salvaguardia e valorizzazione di ambiente e territorio, hanno esposto: sez pittura – Assunta Fino, Luigi Manghisi, Piero Giannini; sez. fotografia – Fabio Zita; sez. scultura – Daniela Angelillo, Fabio Basile, Giacomo Stefano, Nello Miale. È, inoltre, intervenuto il poeta Giuseppe Rossini (AISM Bari).

Canti e versi in dialetto turese sono stati curati dal poeta Pasquale Del Re e dal M° Andrea Lenato con il coro dell’ass. culturale “I Discjadiscè” di Turi: Uè Uè Terese e La Festa Granne, sono stati  eseguiti in apertura e chiusura del convegno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vecchie Segherie: domenica 30 Pietrangelo Buttafuoco presenta Sono cose che passano, La Nave di Teseo

Domenica 30 gennaio alle ore 18.30 le Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie ospitano la presentazione del libro Sono cose che passano di Pietrangelo Buttafuoco, edizioni La Nave di Teseo, organizzata in collaborazione con l’associazione Libri nel Borgo Antico, con la partecipazione dell’autore accompagnato dal professore Luciano Gigante (ingresso libero con prenotazione al form https://forms.gle/eYJrSNDdVCUVJrYRA, , per accedere è necessario essere […]

Associazione Borgo Antico destina contributo al Rotaract per futuri service nella città di Bisceglie

Si rafforza la sinergia tra Rotaract Club Bisceglie e Associazione “Borgo Antico” dopo la collaborazione avviata in occasione della passata edizione di “Calici nel Borgo Antico”, durante la quale i giovani rotaractiani hanno gestito la vendita dei ticket e gli info-point, accogliendo i tanti visitatori giunti nel centro storico della città. L’evento organizzato dal Club […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: