Il paragone con il Ponte di Genova, l’imprenditore Di Liddo critica i ritardi dei lavori sul muro della litoranea

Il paragone con il Ponte di Genova, l’imprenditore Di Liddo critica i ritardi dei lavori sul muro della litoranea

5 Luglio 2020 0 Di ladiretta1993

L’imprenditore biscegliese Donato Di Liddo, impegnato da sempre anche nel campo del sociale-sportivo, ha mosso critiche all’indirizzo dell’Amministrazione comunale, in particolare sui ritardi con i quali si stanno muovendo i lavori sul muro di contenimento sulla litoranea Umberto Paternostro, chiedendo di conoscere i “colpevoli” a cui attribuire i ritardi nella conclusione dell’opera.

«Il Ponte di Genova: un progetto che si è svolto in tempi record -scrive Di Liddo-, nonostante l’emergenza sanitaria. Dall’innalzamento del primo impalcato sono passati circa 9 mesi e grazie a ritmi di lavoro serrati è stato possibile realizzare un piccolo miracolo e l’Italia ha dimostrato di avere tutte le capacità per realizzare opere simili».

«A proposito di record… –aggiunge l’imprenditore biscegliese-  abbiamo il muro di contenimento della Panoramica Umberto Paternostro, i cui lavori per il suo ripristino risalgono a una delibera del 2016. E dopo appena 45 mesi l’opera entra tra i record delle opere incompiute. Forse è colpa del Covid16?».