Multati i “ristoratori coraggio”, restare aperti per protesta ha aggiunto al danno la beffa

Intorno alle 16,30 di martedì 8 dicembre alcuni ristoratori “coraggiosi”, che avevano annunciato di voler alzare le serrande degli esercizi commerciali per protesta (leggi qui) all’ingiusto e dannoso (economicamente e, soprattutto, psicologicamente) provvedimento del Presidente Emiliano, si sono visti costretti a chiudere e a ricevere una multa per l’arrivo sul posto prima di pattuglie dei Carabinieri e poi di quelle degli Agenti di Polizia Municipale.

Al danno, dunque, si è aggiunta anche la beffa. Dopo i primi due verbali e la forzata chiusura imposta dalle forze dell’ordine, il passaparola tra colleghi ha indotto anche altri ristoratori a rinunciare all’azione di protesta, a chiudere gli esercizi commerciali e a tornarsene a casa per evitare il peggio.

(immagine di repertorio)

One thought on “Multati i “ristoratori coraggio”, restare aperti per protesta ha aggiunto al danno la beffa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Minacce a testimoni, condanne definitive per due ex pm Trani

Sono diventate definitive, dopo che la Cassazione ha rigettato i ricorsi della difesa, le condanne per due ex pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero e Alessandro Pesce, rispettivamente alla pena di 6 mesi e a 4 mesi di reclusione per concorso in tentata violenza privata. Ora i due magistrati sono in servizio come sostituti […]

La storia di Vincenzo: ecco come mi hanno soccorso e curato il Servizio 118 e Ortopedia dell’Asl BAT

È l’ennesima prova, la dimostrazione tangibile, che la buona sanità, ad accompagnare ogni giorno la vita di ognuno, è improntata nella dedizione di tanti operatori sanitari che quotidianamente, con sacrificio, passione e professionalità svolgono il proprio lavoro senza clamori, anche al netto delle difficili condizioni degli ultimi tre lustri, in particolare in Puglia. Oggi raccontiamo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: