Lopalco, i dubbi degli operatori sanitari sui vaccini sono legati all’ignoranza

“I dubbi sul vaccino ci sono e ci sono purtroppo negli operatori sanitari. Legati a fattori di percezione ma soprattutto ad ignoranza. Se sento un medico che mi confonde l’Rna messaggero con il Dna la faccenda è grave. Poi ci sono dubbi sul fatto che il vaccino possa essere un prodotto genetico che è stato sperimentato velocemente. Esiste, sul vaccino anti-Covid, una profonda ignoranza”. Lo ha affermato Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla sanità della Regione Puglia nel suo intervento al webinar ‘Vaccine Hesitancy Forum Covid-19’ organizzato dal Centro interdipartimentale per l’etica e l’integrità nella ricerca del Cnr.

“Saremo molto aiutati in questa prima fase perché stiamo vaccinando in corso di pandemia – ha aggiunto Lopalco – il problema sarà affrontare quello che accadrà dopo, in estate, quando probabilmente l’ondata epidemica calerà e con essa anche l’attenzione mediatica e vaccinare diventerà più complicato. Quello che sta accadendo oggi non l’ho mai visto: medici che facevano ressa per essere vaccinati per primi. Sappiamo, dagli anni passati – ha concluso – che verso le vaccinazioni generali c’è un certa resistenza da parte dei medici, ma oggi abbiamo avuto coperture altissime negli ospedali”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Emergenza abitativa, il Comune cerca “case-parcheggio” per famiglie in difficoltà economiche

Lo scorso 27 aprile l’Amministrazione comunale di Bisceglie aveva convocato alcune agenzie immobiliari per verificare soluzioni all’emergenza abitativa in corso nella città. Lo si apprende dalla delibera di Giunta con cui è stato dato mandato al Dirigente Ripartizione Pianificazione, Programmi ed Infrastrutture di individuare immobili liberi o assegnati ma non usati da destinare a casa […]

Da domani Puglia ‘gialla’, spiagge e strade sono già piene

Da domani la Puglia passerà in zona gialla, con l’allentamento di molte delle restrizioni in vigore negli ultimi due mesi nei quali la regione è stata prima rossa e poi, dal 26 aprile, arancione. Con le temperature alte e la giornata di festa, già oggi le principali città pugliesi hanno sperimentato spiagge e strade piene […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: