Salute pubblica, Spina: «Angarano “pianta” antenne al posto di alberi»

«Angarano e C. svendono con il pericolo per la salute pubblica per 950 mila euro per trent’anni. Con deliberazione di Giunta n. 27 del 29.01.2021, tutti i luoghi pubblici e comunali abitualmente frequentati da bambini, famiglie e sportivi (stadi, parchi ecc) sono stati svenduti (il diritto di superficie ) a una società di telefonia mobile per l’installazione di innumerevoli antenne UMTS fino al 2051, per coprire i debiti di Angarano (950 mila euro una tantum). Neanche è’ stato fatto prima il piano di installazione delle antenne di telefonia mobile, che è fermo al 2002 ed è’ assolutamente desueto rispetto alle norme e alla situazione di fatto modificatasi nel frattempo. Nè è stato fatto uno studio sull’inquinamento elettromagnetico nella città. Insomma, pur di far cassa, Angarano per 30 anni pianta antenne dovunque anziché alberi, vincolando quei luoghi pubblici a sedi di antenne. Infatti, i condomini non darebbero mai i lastrici solari degli edifici in concessione, sicché le società di telefonia pubblica preferiscono interloquire con amministratori più morbidi di quelli condominiali, come Angarano e i suoi assessori. In 12 anni non ho mai voluto vincolare quei luoghi con lunghi termini perché far cassa sul pericolo per la salute di ragazzi e famiglie e’ la cosa più vergognosa che possa fare un amministratore comunale».

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina sui suoi profili social.

One thought on “Salute pubblica, Spina: «Angarano “pianta” antenne al posto di alberi»

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dal 2 agosto parte il nuovo servizio di trasporto pubblico locale: 3 linee più una dedicata alla movida

Tre linee urbane (rossa, verde e blu) attive tutti i giorni per coprire capillarmente il territorio; una linea (gialla) dedicata alla movida nelle serate dei weekend estivi per collegare i parcheggi della stazione, di conca dei monaci e dell’arena del mare; maggiori e più frequenti corse per un servizio più efficiente; impiego graduale di mezzi […]

Regionali Puglia: Consiglio di Stato boccia Tar su eletti Pd

Il Consiglio di Stato ha ribaltato la decisione del Tar Puglia confermando il meccanismo di scorrimento degli eletti del Partito democratico in Consiglio regionale così come stabilito inizialmente dall’Ufficio elettorale centrale. I giudici hanno infatti accolto l’appello dei consiglieri regionali Michele Mazzarano e Ruggiero Mennea, i quali avevano impugnato la decisione del Tar sulla base […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: