Edilizia scolastica, M5S: 86,8 milioni in Puglia e 6,8 milioni alla Bat per mettere in sicurezza le nostre scuole

“In questo momento più che mai, la scuola deve essere un posto sicuro. Siamo particolarmente lieti quindi di annunciare che alla nostra regione, la Puglia, grazie all’azione del Governo Conte 2 e dell’allora ministro Azzolina, andranno ben 86,8 milioni di euro per realizzare interventi di messa in sicurezza, riqualificazione energetica e nuova costruzione di scuole secondarie di secondo grado. Sono risorse che provengono dal decreto per la ripartizione di 1 miliardo e 125 milioni di euro firmato ieri dal Ministero dell’Istruzione, ma appunto volute e stanziate dal precedente Governo (Decreto n. 104/2020). Il dicastero guidato da Lucia Azzolina aveva pensato questo decreto peraltro con una misura specifica che velocizzava l’attribuzione dei fondi assegnando le risorse economiche direttamente alle Province. In Puglia, nello specifico, la provincia di Bari riceverà 24,7 milioni, la Bat 6,8 milioni, la provincia di Foggia 15,7 milioni, quella di Taranto 11,1 milione, mentre il  brindisino e il leccese avranno rispettivamente 7,3 e 21,1 milioni.
Perché sia solido, il nostro futuro va ricostruito partendo dalla scuola” Cosi dichiara Francesca Galizia in una nota congiunta con i parlamentari del Movimento 5 Stelle.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Cultura, Silvestris: «Facciamo rivivere a Bisceglie il festival dedicato a Mauro Giuliani» (IL VIDEO)

Far rivivere a Bisceglie il Mauro Giuliani Festival: un appuntamento che richiami nella nostra città, per l’intero mese di luglio, i più grandi maestri e tutti gli appassionati della musica da chitarra, con esibizioni, concerti e masterclass. Questa l’idea lanciata da Sergio Silvestris, candidato sindaco alle primarie di coalizione del prossimo 12 marzo, per celebrare […]

De Toma: la biblioteca è chiusa da troppo tempo, basta menzogne

I lavori per la nuova biblioteca comunale sono oggettivamente in ritardo, l’amministrazione comunale ha dato la colpa inizialmente alla pandemia, ma questo è falso.  I lavori erano stati annunciati per la prima volta a giugno 2019, ma come sappiamo la nostra regione è entrata in zona rossa a metà Marzo del 2020.  Successivamente l’amministrazione comunale […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: