“Bisceglie illuminata”: stop a lavoro sottopagato

Sfaticati, mammoni, nullafacenti, viziati, svogliati.

Queste le parole che vengono pronunciate nei confronti di noi giovani.

Quando il lavoro è pagato quanto un sussidio che ha come scopo quello di evitare la povertà, allora c’è un problema. Ed è ora che questo problema venga affrontato, non è più il momento di chiudere gli occhi, di fare proclami inconsistenti, di annunciare interventi che non servono a nulla.

Proprio per questo il movimento civico Bisceglie Illuminata ha deciso di lanciare #stop.

Il punto è che ci siamo stufati, noi giovani, di ricevere paghe da fame e di dover dire anche grazie. Poi andare dagli amici coetanei a raccontare quanto siamo stati fortunati a trovare qualcuno che ci concedesse un salario ridicolo, con il quale è impossibile cominciare un percorso di vita. 

Ci siamo stancati di vivere in bilico tra contratti a tempo determinato, contratti stagionali, stage gratuiti, stage pagati con i fondi europei, stage pagati con garanzia giovani, stage pagati con dei soldi che però poi devi ridare indietro a chi te li ha dati. Sì, siamo tutti stufi di queste dinamiche che tengono intere generazioni ingabbiate per anni, mentre la politica non ha ancora capito la gravità della situazione, né come intervenire.

Per l’Associazione “Bisceglie Illuminata”

Maria Mastrapasqua 

Mariapia De Feudis

Elisabetta Monopoli

3 thoughts on ““Bisceglie illuminata”: stop a lavoro sottopagato

  1. Sono contento…per voi ragazzi.
    L’anima si ribella al corpo marcio del saputello.
    Continuate su questa strada è quella giusta,non fatevi imbavagliare da soggetti di CERVELLI NON VEDENTI.
    Se posso esservi di sostegno…ci sono.

  2. Non solo i giovani vengono sottopagati anche noi adulti che non riusciamo ad arrivare a fine mese

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Allarme Ordine Commercialisti: le famiglie italiane diventano sempre più povere

«Le famiglie italiane diventano sempre più povere, mentre la pressione fiscale su di loro continua a salire. Il risultato è una costante diminuzione della spesa corrente, peraltro drenata sempre più dalle grandi piattaforme online, con riflessi negativi per il comparto del commercio che finisce stritolato da una congiuntura negativa che la pandemia ha solo amplificato». […]

Tribunale dei Diritti del Malato: “Ufficio Invalidi a Bisceglie chiuso da più di un mese. Si intervenga”

Con una nota inviata a Direttore generale Asl Bat, al presidente della regione Puglia, al presidente commissione regionale sanita, al sindaco di Bisceglie, il Tribunale dei Diritti del Malato ha segnalato l’interruzione delservizio da parte dell’ufficio invalidi presso l’ospedale di Bisceglie dal giorno 15 Giugno. Di seguito il testo della nota. Con la presente, si […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: