FIALS: grave carenza di personale ausiliario, a rischio i servizi

Nonostante i continui e ripetuti allarmi lanciati a più riprese e da tempo dalla Scrivente Segreteria FIALS, la Direzione Generale della Asl BT, a distanza di circa tre Anni non è ancora in grado di procedere all’approvazione del nuovo Business plan (benché ne siano stati proposti diversi dall’amministratore unico della SANITASERVICE ASL BT srl), al fine di procedere al reclutamento del personale ausiliario, necessario per l’adempimento delle attività di pulizia e sanificazione delle strutture sanitarie della Asl BT.

E appena il caso di evidenziare che da Mesi, in molte strutture sanitarie della ASL BT non si riesce più a garantire con regolarità il servizio di pulizia e sanificazione tant’ è che soventemente il personale della SANITASERVICE ASL BT durante il turno di servizio e chiamato a prestare l’attività lavorativa in più unità operative.

Nell’evidenziare l’elevato spirito di abnegazione al lavoro del personale della SANITASERVICE ASL BT, siamo a sottolineare che le ultime assunzioni effettuate dalla predetta società, risalgono ormai al lontano 2015 e nemmeno risulta essere stato sostituito, da da quella data, il personale dimissionario e/o collocato in qui scienza, atteso che si è invece solamente fatto ricorso a prestazioni di lavoro somministrato per qualche Mese e/o a prestazioni di lavoro straordinario, con la finalità di garantire un minimo di attività di pulizie e sanificazione negli ospedali e strutture sanitarie della Asl BT.

Ad aggravare ancor di più la situazione critica, oltre al periodo emergenziale tuttora in corso per il quale si richiede igiene e sanificazione costante e continua di tutti gli ambienti ospedalieri e servizi, ce da considerare la perdita dell’organico della ASL BT di n° 32 Ausiliari, già dipendenti, che avendo partecipato alla riserva ai sensi dell’art.52 del D.Lgs 165/2001 nella procedura concorsuale per n. 2445 O.S.S. degli OO.RR. di Foggia sono stati inquadrati nel nuovo profilo professionale di Operatore Socio Sanitario alle dipendenze della ASL BT, motivo per cui da quella data non svolgono più le mansioni di Ausiliario addetto alle attività di pulimento e sanificazione delle strutture della ASL BT.

Evidenziamo quindi che quei pochi ausiliari attualmente in servizio nella ASL BT e che con grande spirito di abnegazione al lavoro sono gravati di un carico di lavoro al di fuori della vigente normativa legislativa e contrattuale in materia di orario di lavoro e che in molti casi la turnazione settimanale viene predisposta senza prevedere il diritto al “riposo” e con un ricorso ad un notevole numero di prestazioni di lavoro straordinario, al fine di far fronte alle numerose richieste di pulimento e sanificazione avanzate da parte dei dirigenti delle unità operative di tutta la ASL BT.

Purtroppo e dal Mese di SETTEMBRE 2019 che la FIALS continua a segnalare questa grave criticità ma purtroppo ad oggi, nonostante l’emergenza sanitaria tuttora in corso le criticità permangono senza alcun segno di volontà di individuare idonee soluzioni.

Con la presente siamo a significare che il personale dipendente della SANITASERVICE ASL BT, utilizzato in continua emergenza è ormai allo stremo delle forze.

Considerato che lo stato di emergenza non rappresenta da circa due Anni una novità, siamo a reiterare la richiesta di approvazione in tempi brevissimi da parte della Direzione Generale della ASL BT del nuovo Business Plan e del nuovo contratto di servizio in modo da autorizzare la SANITASERVICE ASL BT ad effettuare una nuova procedura di reclutamento di personale, in linea con gli indirizzi della Giunta Regionale della Puglia al fine di garantire l’offerta dei servizi necessari agli Enti e Aziende Sanitarie anche nella ASL BT.

Per quanto sopra esposto appare del tutto evidente che non saranno tollerati ulteriori ritardi, considerato che a brevissimo gli ospedali della ASL BT potrebbero andare al collasso delle attività di pulizie e sanificazione, con il concreto rischio di incremento dei livelli di infezioni nosocomiali causate per gli scarsi livelli di igiene e sanificazione

degli ambienti, circostanza che non potrà esimerci dal proclamare lo stato di agitazione dei Lavoratori.

La Segreteria Territoriale Fiasl Bat.

Angelo Somma

Sergio Di Liddo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Danza, parla un insegnante di Bisceglie: «Ho sentito Antonio Caggianelli lunedì sera, era in ansia»

“Ci siamo sentiti l’ultima volta lunedì sera al telefono per salutarci: mi disse che era un po’ in ansia, ma non so perché. Vorrei che lì non ci fosse andato”. Così a LaPresse l’insegnante di danza e direttrice artistica della scuola ‘New Dance Accademy’ di Bisceglie (Bari), Grazia Di Pinto, in cui insegnava Antonio Caggianelli, 33 anni, […]

Pesca. Pronto il “Progetto Gambero Bianco”. Bisceglie tra le città coinvolte

Dare vita a un percorso che sia sostenibile a livello ambientale e socio – economico per la pesca del gambero bianco è l’obiettivo del piano di azione per il miglioramento della pesca prodotto ittico nel mare Adriatico meridionale secondo lo standard di pesca sostenibile Marine stewardship council (Msc)e realizzato con il progetto ‘Fip gambero bianco’ […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: