Spina: «I soldi dei cittadini usati come bancomat?»

«Con determina dirigenziale del 22 settembre, l’amministrazione Angarana preleva dal fondo di riserva 30 mila euro e li trasferisce al gestore del servizio di igiene urbana, il cui contratto scade il 30 settembre 2021, per non precisati e definiti “servizi aggiuntivi”. Il dirigente è’ ben attento, naturalmente, a non elencare o indicare questi pseudo servizi aggiuntivi e a non valutarli ai fini della quantificazione economica degli stessi. Insomma, circa 30 mila euro pagati a “forfait” e a fiducia, extra contratto.

Durante la “prima repubblica” le proroghe e le integrazioni degli appalti a trattativa privata furono tra le principali cause della fine di gloriosi partiti e di tante vicende giudiziarie. Nella “repubblica di Angarano” le vicende di perizie suppletive, proroghe fiduciarie e affidamenti “fiduciari” a trattativa privata non sono una patologica eccezione, ma sono ormai diventati la perniciosa e illegale prassi costante (le gare e gli atti legali sono diventati davvero rare eccezioni). Qualcuno ora dovrà dire ai cittadini questi 30 mila euro, che faranno comunque aumentare la tari, a cosa serviranno (a scadenza di contratto). Serviranno a pagare chi o cosa?? Saranno determinanti per ottenere una proroga (la diciannovesima in questi anni di Angarano) del servizio di igiene urbana oltre la scadenza del 30 settembre?».

Lo scrive in una nota il consigliere comunale Francesco Spina

One thought on “Spina: «I soldi dei cittadini usati come bancomat?»

  1. Spina: «I soldi dei cittadini usati come bancomat?»
    25 SETTEMBRE LADIRETTA1993
    «l’amministrazione Angarano preleva dal fondo di riserva 30 mila euro e li trasferisce al gestore del servizio di igiene urbana”

    È un autentico delitto non rispondere al MAGNIFICO RETTORE DI UNA UNIVERSITÀ POLITICA come BISCEGLIE.
    Fatta da autentici fannulloni,con a capo uno che ha amministrato per 12 anni una città,dove non esiste null’altro che disperazione.
    Ho chiesto senza accusare nessuno caro Spina Francesco,non scrivo tramite servizio di pseudo giornalisti,di mettere al corrente la cittadinanza dei 40,000,00€ che il centro Cappuccini doveva alle casse comunali,se la posizione era stata regolata al contrario di sapere in che modo sono stati riportati in bilancio,sé riportati.
    Grazie Vito Petruzzelli.

    Queste accuse fasulle fra te e Angarano mi fanno ridere…..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Senza pace: distrutta anche una giostrina in Villa Comunale. Sindaco: la sostituiremo

«Ogni volta che in piazza Vittorio Emanuele vedo le giostrine, donate alla Comunità nel 2019, popolate di tanti bimbi che giocano spensierati e allegri con i loro genitori e nonni, provo anch’io la stessa felicità. Purtroppo l’imbecillità di alcuni non ha risparmiato neanche un luogo riservato ai più piccoli e una giostrina è stata rotta. […]

“Italia Sovrana e Popolare”, anche a Bisceglie si raccolgono le firme per presentare le liste alle Politiche

Anche a Bisceglie è iniziata la raccolta delle firme per permettere di partecipare alla lista Italia sovrana e popolare alle elezioni politiche nazionali del 25 settembre. «Se volete darci una mano -scrivono gli iscritti al movimento- potete farlo passando dalla sede di Ancora Italia in via Pendio Cappuccini 26 tutti i giorni dopo le 19.30 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: