Spina: «Angarano affida installazione di antenne telefoniche per trent’anni su impianti sportivi e di aggregazione»

Un altro scempio ambientale de “La Svolta. L’Amministrazione Angarano con determinazione del 31 dicembre (a capodanno e a ferragosto pensano di fare di nascosto le “porcherie” amministrative) ha aggiudicato a un privato la proprietà superficiaria  di  tutti gli impianti sportivi e i centri di aggregazione sociale, per mettervi antenne telefoniche per 30 anni.

Per un un milione e trecentomila euro Angarano e & Co., sono arrivati al punto di svendere ben 9 proprietà superficiarie  comunali, frequentate da ragazzi e giovani sportivi, a un soggetto privato che potrà, senza controlli, utilizzare queste superfici per installare antenne e fare quello che vorrà’. Infatti, per la prima volta nella storia di Bisceglie, si è scelta la strada della vendita e non della concessione (che consentiva al Comune di esercitare comunque un controllo e di revocare eventualmente l’atto), dando la piena proprietà’ delle superfici comunali al privato, che potrà impiantare tutte le antenne che vorrà (4 G, 5 g 6 ecc. ecc).

Non è’ stato effettuato nessun approfondimento sugli effetti dell’inquinamento elettromagnetico sui giovani sportivi e sulle persone che fruiranno delle strutture svendute al privato. Ora è’ troppo. Questi signori, sapendo di non avere alcuna prospettiva, si stanno svendendo pezzo pezzo la città’, insensibili anche  ai danni possibili alla salute dei ragazzi,  dei bambini e di tutti i cittadini, che dovranno fare attività sportiva con in testa potenti antenne di telefonia mobile. Ormai questi non si preoccupano più di niente pur di far cassa per pagare le consulenze agli amici e i debiti fuori bilancio che accumulano ogni giorno.

Povera Bisceglie, le avevano promesso “la svolta” delle piante verdi, si trova ora una piantagione di antenne su tutte le superfici pubbliche più frequentate della città’. Angarano si fermi: il Comune non sottoscriva i contratti e chieda, prima della firma definitiva, gli opportuni pareri agli organi sanitari e esperti scientifici prima di condannare la città a trent’anni di imprevedibili danni ambientali e alla salute».

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina in una nota.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dubbi sui concorsi e proroga del servizio di igiene urbana: Consiglio rinviato sulle interrogazioni di Spina

«Interrogazioni su concorsi e proroghe igiene urbana : Angarano e la SVOLTA SI danno alla fuga e non rispondono. CONSIGLIO RINVIATO. Nessuna risposta politica scritta come prevede la legge. Nessuna presenza dei consiglieri di maggioranza (ad eccezione del consigliere Carelli), con il consigliere di maggioranza più illustre (il sindaco) “latitante”. Brutta pagina delle istituzioni, mai […]

Porto turistico sempre più accessibile, presentata l’area per attività veliche e sportive per tutti

Garantire la possibilità di effettuare attività veliche e sportive multidisciplinari a persone con disabilità e normodotate. È il senso degli interventi realizzati al porto turistico di Bisceglie dal Circolo della Vela, in collaborazione con Bisceglie Approdi e il Comune di Bisceglie. Il progetto, cofinanziato dalla Regione Puglia, è stato illustrato alla Città nel pomeriggio di ieri alla darsena di nord […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: