Quei canestri abbassati al Parco della Misericordia

Eticamente e moralmente continuo a chiedermi quanto sia corretto tenere abbassati dei canestri in un parco pubblico.

Uno spazio dalle mille risorse, dalle mille potenzialità, utile per consolidare e ampliare il movimento cestistico nella nostra città che resta nella totale indifferenza. Intere comitive di giovani appassionati costrette a emigrare fuori città per una partita di basket o a preferire una partita di nba alla play station, piuttosto che cercare la competizione sana indossando magari la maglietta di pallacanestro della propria città. Le manie di protagonismo di qualcuno sono più importanti dell’aggregazione, della socializzazione. Non riesco a darmi altre spiegazioni.

Nel frattempo la pagliacciata continua….
ELIO MASTROFILIPPO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Il Sunia sollecita la Regione per il sostegno economico alle famiglie in locazione

Il Ministero delle Infrastrutture ha emesso il nuovo Decreto del riparto per regioni delle somme a sostegno delle famiglie in locazione per un importo pari a 330 milioni di cui 27.277.078,81 assegnati alla Regione Puglia. Il SUNIA sollecita l’Assessore Regionale alla Politiche Abitative Anna Grazia Maraschio ad assegnare con procedura d’urgenza ai Comuni le risorse Nazionali spettanti così come previsto dal Decreto Ministeriale integrandole con quelle […]

Ai nastri di partenza la VIII edizione dell’Art for Rights (A4R) del Gruppo Giovani 063 di Amnesty International di Bisceglie

Le attiviste del Gruppo Giovani 063 di Amnesty International di Bisceglie, con il patrocinio del Comune di Bisceglie e in collaborazione con l’associazione culturale URCA e Laboratorio Urbano, sono pronti per avviare l’VIII edizione dell’Art for Rights (A4R), il contest artistico, nato nel 2013, che ha lo scopo di contribuire in maniera significativa all’opera di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: