Falso Made in Italy, sequestrati 6 milioni di articoli. Operazione anche nella Bat. 7 denunciati

Oltre 6 milioni di articoli per la casa riportanti falsamente l’etichettatura “Made in Italy”, perché in realtà prodotti ed importati dalla Cina, dal Pakistan e dalla Turchia, sono stati sequestrati in tutta Italia dalla Guardia di Finanza di Torino.

L’operazione ha avuto inizio nei mesi scorsi quando i finanzieri hanno notato, esposti sugli scaffali di alcuni negozi, articoli per la casa reclamizzati come prodotti di origine italiana. Gli elementi acquisiti hanno indotto a ritenere che ci si trovasse di fronte ad una ingente frode commerciale e, pertanto, si è proceduto a ricostruirne l’intera filiera distributiva attraverso l’esame analitico dei flussi degli approvvigionamenti e le relative procedure doganali. Le fiamme gialle hanno così individuato cinque depositi, localizzati nella città di Torino e in alcuni comuni delle province di Napoli, BAT, Macerata e Mantova ove i finanzieri, hanno rinvenuto una considerevole quantità di oggetti per uso casalingo pronti per essere commercializzati come articoli recanti il sigillo nazionale.

L’illecito modus operandi prevedeva che la merce importata dalla Repubblica popolare cinese ovvero dal Pakistan o dalla Turchia venisse presentata in dogana in imballi primari privi di indicazioni riconducibili ad una origine domestica mentre, al loro interno, sono risultati apposti simboli tipici dell’italianità idonei ad ingannare il cliente finale. Tutti i prodotti, che se immessi sul mercato avrebbero potuto fruttare circa 10 milioni di euro, sono stati sequestrati, mentre sette imprenditori sono stati denunciati per frode in commercio e vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Maratona delle Cattedrali, danni e disagi alla circolazione. “Prima bloccati in macchina per oltre un’ora, poi 1 km a piedi con il pancione!”

Bisceglie – Nella mattinata di domenica 8 maggio, si è svolta la sesta edizione della “Maratona della Cattedrali” con i suoi canonici 42.195 Km, toccando Barletta, Bisceglie, Trani, Molfetta e Giovinazzo. Le avverse condizioni climatiche non hanno frenato gli otre mille atleti e podisti che hanno partecipato alla manifestazione, trecento dei quali giunti per l’occasione […]

Appalti ristrutturazione stazione Bisceglie, il clan dei Casalesi sarebbe implicato nei lavori. Rete Ferroviaria Italiana “parte lesa”

Sarebbe Leonardo Loiacono il funzionario di rete Ferrovia Italiana e direttore dei lavori della TEC Srl arrestato dai Carabinieri di Napoli il presunto collettore tra il famigerato clan camorristico dei “casalesi” e gli appalti per le ristrutturazioni e ampliamento delle stazioni ferroviarie di Molfetta, Trani, Bisceglie, Santo Spirito, bari Nord, Barletta e Taranto. Loiacono è […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: