Finalmente l’Ospedale nord-barese! Bisceglie e Molfetta hanno individuato l’area

Individuata dai Comuni di Bisceglie e Molfetta l’area dove sorgerà il nuovo ospedale del Nordbarese. Le due amministrazioni, infatti, hanno conferito alla Regione Puglia una proposta condivisa, visionata e valutata positivamente anche dall’Asset a seguito di sopralluoghi.

L’accordo definitivo giunge a seguito della conferenza di servizi per la localizzazione dell’ospedale, tenutasi, mercoledì 23 marzo scorso, in Regione, alla presenza dei sindaci Angelantonio Angarano e Tommaso Minervini, dell’assessore regionale alla Sanità Rocco Palese, del direttore del Dipartimento Promozione della salute della Regione Vito Montanaro e del consigliere regionale Saverio Tammacco.

“Abbiamo individuato – afferma Minervini – l’area più idonea per l’assenza di rischi idrogeologici senza fare battaglie di campanili. Non ci interessa se l’ospedale sarà per 100 metri interamente nel territorio di Bisceglie, ma abbiamo risposto in maniera responsabile alla storica esigenza sanitaria di un territorio che ha un bacino d’utenza di circa 235mila persone e comprende i Comuni di Bisceglie, Molfetta, Trani, Terlizzi, Ruvo, Corato e Giovinazzo, per avere il meglio di una risposta sanitaria all’altezza del futuro, con tutte le specialità e servizi”.

“Con il Sindaco Minervini – dichiara Angarano -, sin dal 2020, quando inviammo la prima proposta congiunta alla Regione Puglia per l’ubicazione del nuovo ospedale del nord barese, siamo sempre stati in sintonia, guidati dall’interesse pubblico che andasse oltre ogni campanilismo. La priorità unanime, confermata nelle riunioni che abbiamo effettuato in Regione in questi ultimi giorni, è sempre stata avere l’ospedale del nord barese su questo territorio poiché riguarda la salute di un bacino d’utenza di circa 235mila persone. Un esempio di buona politica che sa guardare all’interesse pubblico oltre che una dimostrazione della competenza e professionalità dei nostri tecnici comunali, cui va il nostro ringraziamento. La nuova ubicazione in territorio di Bisceglie consente di superare i vincoli idrogeologici in modo tale che sia pienamente compatibile con le prescrizioni regionali oltre che rispondente a tutte le esigenze. Il sito prevede infatti vie di accesso funzionali alla statale 16 e al tronco ferroviario”.

Secondo l’assessore regionale Palese ci vorranno almeno 6 anni per la realizzazione dell’ospedale che costerà 106 milioni di euro. “Fino a quando non sarà realizzato – continua il primo cittadino di Molfetta – il “Don Tonino Bello”, che è in grave carenza di personale e di strumentazioni, dovrà operare sul territorio. Con il consigliere Tammacco e il sindaco Angarano abbiamo ottenuto in conferenza di servizi, messo a verbale e firmato, un piano per mettere in sicurezza, ristrutturare, adeguare alle normative, aumentare il personale e migliorare la strumentazione dell’ospedale di Molfetta. Gli interventi, già finanziati, sono pari a quasi 16 milioni di euro e saranno monitorati da un apposito tavolo di lavoro”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Elezioni: ci saranno le schede di Camera e Senato con il tagliando antifrode

Quest’anno sulle schede di camera e senato ci sarà il tagliando antifrode, gli elettori non potranno inserire le schede direttamente nell’urna, ma dopo aver votato le dovranno dare al presidente che staccherà la parte in fondo alla scheda col tagliando (registrato vicino al loro nome nelle liste elettori) e le inserirà nell’urna. Gli elettori devono […]

Elezioni. Domani Boccia voterà a Bisceglie

Francesco Boccia, capolista del Partito democratico al Senato nel collegio plurinominale Puglia, voterà domani alle 9.30 circa a Bisceglie presso il seggio elettorale allestito alla scuola elementare “Sergio Cosmai”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: