Angarano porta in rosso le casse comunali, Spina: «2 milioni e mezzo di passività a carico dei cittadini»

«Con l’atto di assestamento approvato dalla maggioranza (con gli ultimi 13 voti rimasti) la SVOLTA” HA EROGATO somme non chiare dapprima trattenute al gestore del servizio di igiene urbana per inadempienze contrattuali e, poi, rigirate allo stesso gestore per servizi non ben precisati, da svolgersi nel centro storico. Mentre la pulizia delle citta, per alcuni servizi, viene affidata a chi ha il reddito di cittadinanza senza costi per il Comune, in favore del gestore del servizio di igiene urbana si fa una partita di giro : “togli e metti”, alla fine i conti tornano per tutti.

Con l’assestamento, inoltre, 2 milioni e mezzo di debiti e passività’ fuori bilancio sono emersi clamorosamente (in questi sei mesi del 2022) e dovranno essere pagati con somme prelevate dalle risorse destinate ai cittadini. Insomma, alla fine di luglio 2022, Bisceglie si presenta indebitata e nel degrado più assoluto: 1) strade dissestate e rattoppate, dove ogni giorno un gestore privato sfascia e rattoppa e il giorno dopo un altro gestore sfascia e rattoppa nella stessa zona. 3) lo stadio di calcio trasformato in un orto urbano con un campo di patate; 3) il cimitero in perenne stato di degrado con le bare accatastate nella chiesa; 4 ) il verde urbano trascurato con alberi secchie piazze sporche e abbandonate; 5) le fontane pubbliche non funzionanti o con perdite d’acqua che stridono con l’emergenza idrica. E poi una stagione estiva opaca, senza eventi, tranne quello di Achille Lauro che costa 40 euro a persona (a trani lo stesso artista si è esibito gratis la settimana scorsa durante battiti live), con il sindaco costretto ad elemosinare un selfie sulle barche di lusso che vengono nel nostro porto per farsi un po’ di pubblicità . Insomma un quadro patetico e spesso ridicolo che offende la splendida storia amministrativa degli ultimi decenni di Bisceglie precedenti alla SVOLTA. Dovranno tornare presto nella nostra città i grandi eventi culturali e gli spettacoli artistici e canori che durante l’estate, spesso gratis, attiravano migliaia di turisti, che portavano ricchezza alle nostre attività.

Oggi il Comune di Bisceglie è ‘ solo un bancomat politico, a cui attingono i vari esponenti della SVOLTA per garantire per qualche altro mese, con il loro voto in consiglio comunale, lo stipendio a sindaco assessori e vari staffisti alla costosa “ corte “ di Angarano, mentre i cittadini sono “condannati” a pagare con tasse salatissime i debiti di questi signori e a rischiare ogni giorno la propria incolumità con alberi e pezzi di edifici comunali che cadono sulle persone e voragini che si aprono lungo le strade e nei pavimenti delle strutture comunali».

Lo scrive in una nota il consigliere comunale Francesco Spina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Approvato in consiglio il nuovo piano di Protezione Civile

Nella seduta di consiglio comunale del 30 settembre è stato approvato, con i voti favorevoli della maggioranza, il nuovo piano comunale di Protezione Civile, redatto grazie ad un finanziamento regionale di circa 30mila euro ottenuto dall’Amministrazione Angarano, con il Comune di Bisceglie risultato primo nella graduatoria. Nel piano sono state individuate tutte le risorse, strutture […]

Il Consiglio Comunale ha deciso: ci sarà un nuovo cimitero a Bisceglie

Nella seduta di consiglio comunale di venerdì 30 settembre è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione di un nuovo cimitero comunale in località “Piscinelle” con la formula della finanza di progetto, per un costo complessivo dell’intervento di 22.995.071 euro. “L’obiettivo a lungo termine”, spiega il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: