La Caritas sul tema abitativo e sull’utilizzo di Casa Barbiana

La carenza di un’offerta abitativa a canone commisurato ai redditi da lavoro è uno dei fattori  di profonda diseguaglianza nel nostro Paese.

Bisognerebbe incrementare l’offerta abitativa, soprattutto quella a basso costo: il problema dell’abitare è centrale non solo per tutte le strategie di contrasto alla povertà, ma anche per ogni progetto di vita buona.

Il sindaco  La Pira, in una riunione di sindaci invitati nel 1955 a Firenze, aveva affermato: «In una città un posto ci deve essere per tutti: un posto per pregare (la chiesa), un posto per amare (la casa), un posto per lavorare (l’officina), un posto per pensare (la scuola), un posto per guarire (l’ospedale)»

La estrema necessità del “posto per amare” si scontra con  una drammatica mancanza di consapevolezza circa il fabbisogno abitativo nazionale e locale da moltissimo tempo.

Ritenendo che la casa sia un intervento primario per contrastare la povertà estrema, la Caritas diocesana ha ristrutturato  un’ala della palazzina “mons Mauro Monopoli” sita nella struttura dei Cappuccini, sede della Caritas cittadina, adibendola a luogo dell’Abitare”: è nata così “Casa Barbiana”, una struttura inaugurata l’8 dicembre 2021, dotata di 11 stanze da letto con bagno (singole e doppie), cucina e spazi di comunità e che  ha ospitato, solo in quest’anno, 22 adulti e 4 minori, per lo più italiani e, a seguito della guerra in Ucraina, anche  due nuclei familiari ucraini formati da donne con bambini.

Sono state prese in considerazione segnalazioni dei Centri d’ascolto parrocchiali, dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bisceglie o della BT, dell’Ufficio Esecuzione Penale Esterna; la permanenza degli ospiti è stata di circa un paio di mesi.

Per fare il punto  sulle esigenze abitative della nostra città, sui fabbisogni abitativi ancora inevasi e sulla presenza degli ospiti nella struttura è stato organizzato un convegno per il 16 novembre  p.v. alle ore 18,00 presso il Seminario Arcivescovile Diocesano “don Pasquale Uva” in via Seminario 42 .

I saluti istituzionali saranno portati da Carmine Panico, (Presidente della cooperativa “Mi stai a cuore” che gestisce “Casa Barbiana”), dall’arcivescovo  Leonardo D’Ascenzo, dal sindaco  Angelantonio Angarano, da Ruggero Serafini (Direttore Caritas Diocesana) .

L’importanza del tema abitativo per la Caritas sarà affrontato da Marco Pagniello (Direttore di Caritas Italiana), dalla coordinatrice Casa Barbiana  Piera La Notte, da Rosa Barone, (Assessora regionale Welfare) che illustrerà le Politiche sociali per l’abitare: alloggi sociali art.76.

L’ Assessora ai  Servizi Sociali  Bisceglie,  Roberta Rigante, parlerà delle politiche sociali per l’abitare oggi e dei progetti futuri.

Dopo il dibattito, moderato da   Giovanni di Benedetto,   Sergio Ruggieri (referente cittadino Caritas)  farà la conclusione del convegno a cui tutti sono invitati.

(m.c.)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

On-Line la Piattaforma Digitale del Sospiro di Bisceglie, è già boom di richieste

Nella giornata di oggi Il Sospiro di Bisceglie ha la sua versione digitale sul web in un portale dal sapore autentico e dal carattere deciso: fare rete e creare esperienza. Le coordinate per raggiungere il sito sono semplicemente http://www.sospirodibisceglie.it, un vero e proprio portale d’accesso al Dolce Simbolo di Bisceglie. Ideato per tutti e pensato […]

Giambattista Dell’Olio insignito Socio Benemerito da “Roma Intangibile”

Durante l’evento “Il valore della Prevenzione”, organizzato dal Sodalizio di “Roma Intangibile”, presieduto dal dott. Pasquale D’Addato, alla presenza di importanti personalità della cultura e della sanità tra cui anche quella del prof. Francesco Schittulli, è stato previsto un momento di premiazione per “Il Socio dell’Anno”, lo scorso 27 ottobre, in cui il Consigliere Giambattista […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: