Abbraccio alla Vita: “Accanto alla madre” di Clara Scropetta. Presentazione del libro

Essere madre non è un processo che comincia quando la creatura viene alla luce, ma molto prima, comincia nel momento in cui si scopre di essere incinta. Essere madre presuppone, la maggior parte delle volte, essere in grado di affrontare il parto senza medicalizzazione forzata.

Purtoppo, però, le ansie e le preoccupazioni di due neogenitori, impreparati ad affrontare il parto, offuscano la mente e confondono le idee proprio perché non ci sono figure amorevoli di riferimento che si impegnino a chiarirle.

Così Clara Scropetta, laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, madre di tre figli e ricercatrice sul campo, ha iniziato nel 2000 a mettersi al servizio delle donne e delle famiglie e a divulgare la fisiologia del periodo primale, accompagnata e guidata dal pensiero e dalla figura di Michel Odent.

 Colei che è in grado di stare accanto alla donna durante il travaglio, il parto e il post partum è stata identificata come doula, una donna senza formazione ostetrica, ma con grande sensibilità ed empatia, che assiste i professionisti sanitari durante il processo della nascita.

«Che la paura del parto e la sfiducia nella donna siano così diffuse, anche tra i professionisti, perfino tra le ostetriche, dipende solo dal fatto che sono millenni che rendiamo il parto più difficile e quindi più pericoloso. D’altra parte, come le nuove generazioni vengono al mondo riguarda tutti, in quanto riguarda il futuro dell’umanità: ogni creatura che nasce in pace è un passo verso il paradiso perduto», afferma Clara Scropetta in un’intervista.

Con grande onore e curiosità la libreria Abbraccio alla Vita ospita la studiosa giovedì 8 giugno alle ore 19:30 per un confronto con genitori e professionisti del settore, ma anche chi, incuriosito dalla figura della doula, vuole saperne di più.

Scropetta coglierà anche l’occasione per presentare il suo libro “Accanto alla madre. Essere doula: un atto d’amore“, edito da TerraNuova, in cui raccoglie informazioni e riflessioni circa l’importanza dei processi fisiologici nel primo periodo della vita; anche perché ciò che accade durante la gravidanza, al momento della nascita e nei primi anni di vita ha a che fare con il benessere e la salute, a breve e lungo termine, del singolo e della collettività.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Un incontro a Palazzo Tupputi su “Professioni digitali. Opportunità e prospettive”

Appuntamento a Bisceglie lunedì 25 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 20:00, con il job day di “Punti Cardinali” Le opportunità di impiego nel settore del digitale è il tema del job day, in programma lunedì 25 settembre, dalle ore 16:00 alle 20:00, presso Palazzo Tupputi e organizzato da Confcommercio Bisceglie. L’evento rientra nel progetto […]

Veneziani vince il Paris Photo Awards ed il 35Awards. Secondo GUP Magazine (Olanda) è tra i 150 migliori talenti del 2023

Il 2023 sta regalando all’artista Giandomenico Veneziani tantissime soddisfazioni, continuando ad ottenere riconoscimenti in concorsi fotografici e mostre internazionali. Il Paris Photo Awards (Prix de la Photographie Paris – PX3) è tra i più prestigiosi concorsi di fotografia a livello globale. Il PX3 si impegna a promuovere la fotografia, a scoprire talenti emergenti e a […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: