Da Bisceglie una delegazione per la fiaccolata antivaccini

Erano complessivamente 1500 le persone che si sono ritrovate nel tardo pomeriggio di oggi a Taranto, per una fiaccolata dimostrativa contro i vaccini. Tra questi, una larga rappresentanza dalla Bat, con numerosi concittadini biscegliesi.

Intere famiglie, genitori con a seguito anche i figli, si sono, dunque, dati appuntamento nella città jonica. Alcuni pullman sono giunti anche dalla vicina Basilicata. Si è trovato anche un momento per raccogliersi, osservando un minuto di silenzio, per ricordare le vittime del distrastro ferroviario di un anno fa fra Andria e Corato.

Tra gli intervenuti, anche l’avvocato Marcello Stanca, uno dei leader di questo movimento che protesta contro la decisione del Governo di “obbligare” i bambini a vaccinarsi e di “minacciare” i genitori qualora ciò non accada.

La fiaccolata, raccontano i biscegliesi che hanno partecipato alla manifestazione, è partita dalla Porta dell’Arsenale e si è conclusa al ponte girevole, percorrendo l’intero corso di Taranto. Uno dei poliziotti che prestava servizio in borghese si è lasciato anche sfuggire un apprezzamento sui manifestanti: «Finalmente assisto ad una manifestazione di gente perbene, educata e pacifica».

Intanto il Codacons ha annunciato, nella tarda serata, che pubblicherà sul suo sito web, una “lista nera”   con i nomi dei senatori che si esprimeranno a favore del decreto ‘vergogna’, e che  «chiederemo agli italiani di ricordarsi di loro alle prossime elezioni e di non votarli».

 

MAURIZIO RANA

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Sicurezza e legalità, Unionecommercio: Nitti suona la sveglia nella Bat

L’intervento del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, dott. Renato Nitti, sembra aver scosso un territorio notoriamente ultimo in Italia nelle cose belle e buone e primo in quelle brutte e cattive. Come al solito non le manda a dire il Presidente Unibat, Savino Montaruli, che aggiunge.: “il Procuratore suona la sveglia in […]

Permeabilità alle mafie. Per Eurispes-DNA, BAT peggio della provincia di Matteo Messina Denaro

Come rispondono i nostri sindaci, il prefetto, i parlamentari del territorio all’appello del Procuratore Nitti? L’appello del Procuratore della Repubblica di Trani, Renato Nitti, rompe il velo di omertà e d’ipocrisia delle istituzioni locali sul fenomeno della penetrazione delle mafie nella nostra provincia. Non serve andare di fioretto, quando si analizzano certi fenomeni. Bisogna mettere […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: