Il Meetup “Bisceglie 5 Stelle” raccoglie le firme per sostenere il progetto “Plastic Free”

8 Ottobre 2018 0 Di ladiretta1993

Il Meetup “Bisceglie 5 Stelle” raccoglie le firme per sostenere il progetto “Plastic Free” del Ministro dell’Ambiente. Galantino: “Piccoli gesti con cui miglioriamo la qualità di vita di tutti gli italiani”.

7 ottobre 2018, BISCEGLIE – Portavoce ed attivisti del M5S sono stati nel weekend a Bisceglie per raccogliere firme per una petizione volta a contrastare l’inquinamento da plastica.

Il deputato biscegliese Davide Galantino spiega: “La petizione che stiamo lanciando oggi non è una semplice firma di delega. È un patto che facciamo con i nostri concittadini per migliorare l’ambiente in cui viviamo.

Tra le prime azioni del ministro dell’Ambiente Sergio Costa c’è la lotta alla plastica. Costa infatti ha lanciato l’appello a tutte le istituzioni, di qualsiasi livello governativo, regioni, città metropolitane, comuni.

E noi deputati abbiamo accolto la sfida del ministro dell’Ambiente, impegnandoci per promuovere un nuovo approccio “Plastic Free””.

Il M5S pugliese, come in altre zone balneari d’Italia ha sempre svolto attività di volontariato per raccogliere i residui di plastica abbandonati sulle spiagge insieme a cittadini, attivisti, volontari e altri parlamentari del MoVimento, anche per sensibilizzare i bagnanti all’utilizzo di materiale compostabile, cioè di materiale organico.

“L’utilizzo indiscriminato della plastica – continua Galantino – che costa poco perché i danni ambientali che produce, non sono caricati sul prezzo di stoviglie, ma sulle tasche di tutti i contribuenti, ha prodotto conseguenze pesantissime sui nostri mari e nell’ambiente in generale.

Per questo il MoVimento 5 Stelle è da sempre impegnato a contrastare l’uso indiscriminato della plastica e a favorire una cultura del riutilizzo e della riduzione dei rifiuti prodotti.

Quando passeggiamo se ognuno di noi raccogliesse un rifiuto di plastica in un giorno ci sarebbero 60 milioni circa di rifiuti in meno”.

La proposta di legge del ministro dell’ambiente Sergio Costa che la petizione sostiene fa leva su 3 aspetti:

• Limitare l’utilizzo della plastica

• Permettere ai pescatori di raccogliere la plastica raccolta in mare (che corrisponde a circa il 50% di quello che tirano su con le reti) prevedendo benefici fiscali.

• Introdurre la macchina “mangiaplastica” che consente al cittadino di ottenere un beneficio economico ogni volta che si inserisce una bottiglia.

“Con tanti piccoli gesti possiamo fare la nostra parte. Dopo tanti anni di lotte siamo al Governo e stiamo lavorando per migliorare la qualità della vita di tutti gli italiani. Per questo io vi invito a seguire gli attivisti, ad incoraggiarci, ad aiutarci a portare il cambiamento anche e sopratutto nelle nostre coscienze” conclude Davide Galantino.

Annunci