Altro colpo di scena alle elezioni provinciali: la lista “Fronte Democratico” riammessa dal Tar

E’ stato accolto dal Tribunale Amministrativo Regionale il ricorso presentato da Giuseppe Corrado e Nadia Giovanna Orietta Landolfi, rappresentati e difesi dall’avv. Nicolò Mastropasqua contro l’esclusione della lista Fronte Democratico per la Bat in vista della tornata elettorale amministrativa di secondo livello per il rinnovo del Consiglio provinciale.

I due entrambi nella lista che fa capo ad Emiliano, erano stati esclusi assieme a tutti gli altri candidati della lista a seguito di un vizio giurisdizionale. In pratica, si ipotizzava che il segretario generale di Margherita di Savoia non avesse la competenza per autenticare le firme. Il Tar ha smentito rigorosamente questa tesi.

I ricorrenti, insieme all’avvocato Laura Di Pilato, hanno anche presentato un altro ricorso sempre davanti al Tar per chiedere, oltre alla riammissione della lista esclusa, anche l’esclusione della lista del centrodestra “Insieme per la Bat”. In questo caso il Tar ha confermato la sua decisione di riammettere la lista esclusa, ritenendo invece inammissibile il ricorso per l’esclusione dell’altra lista perché la procedura non poteva essere quella accelerata che riguarda il ripristino del diritto a partecipare ad una competizione elettorale già indetta.

Intanto va rimarcata la decisione del Tar che, oltre ad aver riammesso la lista esclusa, ha anche condannato la Provincia al pagamento delle spese legali, il che significa che il Tar ha ritenuto del tutto fuori luogo la decisione assunta dalla commissione che aveva escluso una lista che aveva tutti i requisiti per poter partecipare alla competizione elettorale.

Il Tar il relazione al ricorso presentato da un candidato della lista “Fronte Democratuico” contro l’ammissione della lista “Insieme per la bat”,ha dichiarato che il procedimento deve essere quello ordinario e che non è ammissibile il “rito abbreviato” che si può utilizzare solo per l’ammissione delle liste escluse e non per le esclusioni delle liste ammesse. In virtù di tutto questo, i vizi della lista “Insieme per la Bat” potranno ancora essere oggetto di ulteriori ricorsi.

Anche l’ispiratore della lista , Francesco Spina, ha commentato questa riammissione del Tar: «Anche questa volta la magistratura rende giustizia e afferma il principio di legalità. Una brutta pagina di vita amministrativa con aberranti decisioni che il Tar Puglia ha cancellato con una significativa condanna alle spese . Auspico che Presidente Bat e segretario generale , dopo la trasmissione degli atti alle autorità competenti, accertino responsabilità individuali per la responsabilità erariale conseguente alle gravi e maldestre condotte ormai note a tutta l’opinione pubblica. Tutti i cittadini che quotidianamente, anche con diverse sensibilità politiche, lottano per affermare i principi di democrazia e rispetto delle regole possono davvero festeggiare. Complimenti agli avvocati Mastropasqua e Guantario e al coraggio dei ricorrenti Nadia Landolfi, Laura Di Pilato e Giuseppe Corrado che hanno interpretato la volontà unanime di giustizia dell’intera lista Fronte Democratico».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.