I bambini del 3° Circolo “S. G. Bosco” di Bisceglie presso il Centro Anziani Melissa Bassi

11 Dicembre 2018 0 Di ladiretta1993

Il team docente della Scuola dell’Infanzia, Plesso “Angela di Bari” ha dato il via all’U .d. A. “ Tutti in festa: emozioni tra le righe”del progetto curricolare “ Il mondo dentro a un libro”.

La forza delle emozioni natalizie ha il significato di riaccendere la connessione con le persone che amiamo, traccia di ricordi che resta nel tempo. In ogni progetto di Natale, uno degli obiettivi rilevanti è conservare quella traccia delle nostre antiche tradizioni culturali, cattoliche e popolari nel mese di Dicembre, che scandisce come prima scintilla prenatalizia alla vigilia dell’Immacolata, i falò, “le fàme”, le frittelle, i calzoni, il senso magico dell’attesa che riunisce la famiglia con nonni e nipoti nelle case a realizzare il presepio e addobbare l’albero. Questi riti autentici hanno colmato di gioia la giornata del 7 dicembre, promossa dalle sezioni M-N-O-P, d’intesa con la Misericordia di Bisceglie, sotto l’egida del presidente Domenico Dell’Olio e i gestori del Centro Anziani Melissa Bassi, Giusj Crapsi e Marco Zarrilli, sempre entusiasti e disponibili a collaborare con il 3° Circolo “ S. G. Bosco, diretto dalla Dirigente Prof.ssa Maura Iannelli.

I piccoli di 3/4/5 anni hanno dipinto palline oro e rosso con le impronte delle loro manine, per condividere il rito della decorazione dell’albero natalizio insieme agli anziani del “ Centro diurno Melissa Bassi” ”,   allietato da canti e balli natalizi  poiché l’albero è il simbolo della vita per eccellenza, essendo una pianta sempre verde. I nonni hanno fatto dono ai bimbi di dolci e biscotti, che hanno intuito e interiorizzato  la gioia del dono e dello stare insieme,apprezzando le performance canore di Nonno Sebastiano, la poesia, i “ Fami” di Nonna Maria,  che racconta dei falò per riscaldare i panni che la Madonna aveva lavato e che non si erano asciugati,  i  teneri abbracci, le parole e i solari sorrisi di questi splendidi nonni.

L’attesa di condividere, di ritrovarsi, di donare, di recuperare quella recondita bellezza dello stare insieme che non siano le solite faccine virtuali, educa i bambini a recuperare il nostro passato e il nostro presente in quell’atmosfera magica di essere circondati dall’amore, quello gratuito per donarlo a chi ne ha bisogno, tornare a essere anche un po’ tutti bambini qualche volta.

Violetta Giacomino

Annunci