Occupava abusivamente alloggio comunale del centro storico. Il Comune si costituisce parte civile

Aveva occupato abusivamente un immobile di proprietà del Comune nel centro storico e adesso si trova sotto processo con l’accusa di “Invasione di terreni o edifici” secondo quanto prevede l’art. 633 del codice penale. Trattandosi di edificio pubblico, la magistratura ha agito d’ufficio come da art. 639 bis del codice penale.

Il fatto fu accertato a dicembre del 2017 in un alloggio di via Forno Piazzetta. L’accusato ha fatto opposizione al decreto penale di condanna del Gip del Tribunale di Trani. Ci sarà il giudizio immediato il prossimo 10 luglio ed il Comune di Bisceglie ha deciso, con delibera della Giunta, di costituirsi parte civile quale parte offesa nella vicenda.

A rappresentare il Comune è stato scelto ancora una volta un professionista esterno: l’avv. Marcello Porcelli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vendevano mascherine cinesi senza indicazioni in italiano, nei guai due farmacie (una di Bisceglie)

Mille mascherine irregolari. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bari nell’ambito dei servizi sulla commercializzazione di dispositivi medici e di destinazione d’uso sanitario. Nel corso di controlli presso una farmacia di Bisceglie e un esercizio commerciale di Bari, gestito quest’ultimo da una cittadina di nazionalità cinese, i militari hanno constatato la presenza di migliaia […]

In Puglia cambiano le regole sulle registrazioni dei casi positivi Covid

“Con le nuove regole sulla gestione dei casi confermati covid introdotte dal Governo nazionale, i test antigenici rapidi effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale SARS-CoV-2 e registrati sul sistema informativo regionale sono stati resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma ai fini della sorveglianza e della gestione dei casi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: