Abuso di potere nelle caserme, Galantino: soddisfatto dei provvedimenti adottati

«I militari prestano un giuramento di fedeltà alla Repubblica, per la difesa della patria e la salvaguardia delle libere istituzioni, essi hanno il dovere di adempiere i loro doveri con disciplina e onore. Pertanto, comportamenti come quelli accaduti nel reggimento siciliano devono essere repressi ed i responsabili devono pagarne le conseguenze.»  Lo afferma Davide Galantino, il deputato-militare che commenta la vicenda del comandante di una caserma siciliana, il quale avrebbe minacciato i militari per aver intrapreso un’azione legale a tutela di diritti retributivi.

«Quanto accaduto in Caserma – continua Galantino – è a dir poco inaccettabile, sono atti che non appartengono al mondo militare. Per questo ho ritenuto opportuno interrogare il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta per sapere quali iniziative avrebbe intrapreso. Quanto alla soluzione adottata dall’ufficiale, ormai cessato dall’incarico, di collocare a recupero compensativo il personale a distanza di due anni dal momento in cui è stato maturato il relativo diritto, la stessa è oggetto di accertamento di responsabilità disciplinare ed amministrativa. In merito all’esame disciplinare da parte delle competenti autorità, relativo alle condotte tenute dal personale coinvolto nella vicenda, esso è attualmente sospeso, in aderenza al disposto dal Codice di Ordinamento Militare.

Una splendida notizia per il personale delle forze armate, le quali è ormai chiaro, possono godere anche loro delle norme sulla tutela dei dipendenti che denunciano illeciti tra le mura delle caserme.» conclude Galantino.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Carceri: Galantino (FdI), solidarietà a polizia penitenziaria

“Visitando oggi le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria in servizio presso il carcere di Trani, ho portato loro la mia vicinanza per i recenti fatti accaduti che hanno visto due detenuti dare fuoco a un agente e un detenuto in possesso di una pistola tentare di uccidere uno dei loro colleghi”. Lo afferma […]

Spina: «I soldi dei cittadini usati come bancomat?»

«Con determina dirigenziale del 22 settembre, l’amministrazione Angarana preleva dal fondo di riserva 30 mila euro e li trasferisce al gestore del servizio di igiene urbana, il cui contratto scade il 30 settembre 2021, per non precisati e definiti “servizi aggiuntivi”. Il dirigente è’ ben attento, naturalmente, a non elencare o indicare questi pseudo servizi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: