Violenza sulle donne, inaugurata mostra “Come eri vestita?”

Si intitola emblematicamente “Come eri vestita?” (titolo originale “What were you wearing?”) la mostra di spessore internazionale che si terrà nelle sale espositive di Palazzo Tupputi, a Bisceglie, dal 16 al 20 ottobre. Promossa dall’Università del Kansas da un progetto di Jen Brockman e Mary Wyandt-Hiebert, esposta per la prima volta all’Università dell’Arkansas nel 2013, la mostra gira per tutto il mondo ed è stata fortemente voluta a Bisceglie dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con il Centro Antiviolenza Save e le sezioni locali di Rotary Club e Fidapa.

La mostra racconta alcune storie di donne vittime di violenza con un’esposizione di abiti simili a quelli che indossavano al momento degli abusi subiti, per rappresentare in maniera verosimile come quelle donne fossero vestite. “Come eri vestita?”, infatti, è una domanda che spesso viene rivolta alle donne vittime di violenza. Un interrogativo spiacevole perché sottende all’idea che la vittima avrebbe potuto evitare lo stupro se avesse indossato altri vestiti, meno succinti. La mostra, dunque, mira a contrastare questo pregiudizio e stereotipo di matrice sessista. L’evento inoltre ha la finalità di informare e sensibilizzare sul tema della violenza sessuale. In Italia, secondo dati Istat, Il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni (6 milioni e 788 mila) ha subìto nel corso della propria vita una forma di violenza fisica o sessuale.

L’esposizione sarà inaugurata mercoledì 16 ottobre alle ore 18.30. Interverranno Angelantonio Angarano, Sindaco di Bisceglie; Roberta Rigante, Assessore alle politiche sociali del Comune di Bisceglie; Lella Ruccia, Vice Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Puglia; Lia Storelli, Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Bisceglie; Mariarosaria Basile, Presidente Fidapa – Sezione di Bisceglie; Caterina Bruni, Presidente Rotary Club – Sezione di Bisceglie; Giovanna Capurso, Vice Presidente della Cooperativa Promozione Sociale e Solidarietà Trani – Centro Antiviolenza Save; Gaetana Sotero, Psicologa del Centro Antiviolenza Save.

L’esposizione sarà aperta dal 16 al 20 ottobre, dalle ore 17:30 alle 20:30, nelle sale espositive di palazzo Tupputi, in via Cardinal Dell’Olio 30, a Bisceglie.

«La violenza sulle donneha dichiarato il Sindaco Angaranonon può mai essere giustificata né la vittima può essere ritenuta in qualche modo responsabile per il suo abbigliamento.
Oggi abbiamo inaugurato la #mostra internazionale “Come eri vestita?” che ha proprio la finalità di combattere questo #stereotipo, mostrando riproduzioni di #abiti indossati da vittime di violenza e raccontando le loro #storie.
Le cifre su abusi e femminicidi sono ancora altissime e solo mantenendo costantemente alta l’attenzione, informando e sensibilizzando, possiamo fare passi avanti sulla strada del rispetto e della parità».

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Modifica temporanea Ztl Centro Storico, Confcommercio: «C’è l’Ordinanza»

A seguito della richiesta avanzata da Confcommercio in data 20-01-2022, l’ Amministrazione Comunale ha emesso l’ordinanza sindacale in oggetto. Confcommercio e gli esercenti interessati ringraziano. L’Ordinanza, firmata il 26 gennaio dal Sindaco Angarano, prevede che per il periodo compreso da venerdì 28 gennaio a giovedì 31 marzo ci sia la temporanea disattivazione del varco elettronico […]

Pnrr e bandi in scadenza: Cgil, Cisl e Uil chiedono alla Asl Bat urgente cabina di regia

Il 28 febbraio scadranno i tempi per la partecipazione ai bandi, i sindacati vorrebbero verificare l’entità dei progetti su cui si sta lavorando   Le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil insieme alle categorie dei pensionati e del pubblico impiego hanno inviato una missiva al commissario straordinario della Asl Bat Alessandro Delle Donne e […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: