Elezioni Puglia: Tar si riserva su equilibrio genere in liste

Il Tar Puglia si e’ riservato di decidere sul ricorso contro l’esito delle ultime elezioni regionali presentato da un gruppo di associazioni femministe che contestano “l’ammissione delle liste che non hanno osservato l’obbligo di composizione in un rapporto almeno del 60/40 tra i generi”, previsto dalla legge elettorale regionale. Il Comitato #2votimegliodi1 con le associazioni Sud Est Donne, Maschile Plurale, Undesiderioincomune,

Casa delle donne di Lecce, Asp Giornaliste del Mediterraneo, Uomini in gioco e Giraffa hanno deciso di presentare ricorso, assistiti dalle avvocate Marida Dentamaro e Veralisa Massari. Le ricorrenti chiedono ai giudici amministrativi che sollevino la questione di legittimità costituzionale sulla parte della legge regionale pugliese che stabilisce una pseudosanzione, che si applica solo dopo lo svolgimento delle elezioni, pecuniaria e irrisoria, per le liste che non rispettino la proporzione di genere del 60/40, e non invece la loro inammissibilità. Il ricorso in particolare chiama in causa sei seggi di consiglieri eletti nelle liste di Forza Italia e Puglia Domani, che non hanno rispettato la proporzione di genere in tre delle sei circoscrizioni (Bari, Foggia e Lecce). Stando al ragionamento delle associazioni femministe, quei seggi spetterebbero ai primi sei non eletti nelle altre liste di opposizione che invece hanno rispettato la proporzione di genere (Fratelli d’Italia, Lega e Movimento 5 Stelle). Nel procedimento si sono costituiti i legali di tre consiglieri comunali eletti delle due liste contestate e la Regione Puglia che, tramite l’avvocatura, si e’ opposta a qualunque eventualità di annullamento delle elezioni. I giudici amministrativi, presidente Orazio Ciliberti, scioglieranno la riserva nelle prossime ore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Famiglia cena al ristorante e si da’ alla fuga senza pagare il conto. Titolare e personale riescono però a raggiungerli

Con l’intensificarsi del lavoro nella ristorazione in questo periodo, dove in tanti approfittano delle belle serate per cenare fuori, l’attenzione degli operatori del settore verso il servizio da offrire alla clientela si fa più scrupoloso. Un elevato livello di attenzione è però richiesto verso quei clienti che improvvisamente spariscono alla presentazione del conto. Come è […]

Crediti professionali e incompatibilità dell’ex Sindaco Spina in Consiglio: la Corte d’Appello chiude la pratica

«La Sentenza della Corte d’Appello di bari del 13 luglio 2021 mette la parola fine a una delle tante pantomime messe in campo dagli oppositori dell’amministrazione Spina qualche anno fa. Nel 2017 il Comune rifiutò di pagare miei crediti professionali risalenti agli anni precedenti alla mia sindacatura, eccependo la prescrizione degli stessi. Non volli fare […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: