Governo Draghi, Napoletano (Il Faro-Pci): tutti insieme, appassionatamente!

Nelle corti orientali dell’antichità, in particolare presso gli Assiri e, poi, presso i Persiani, era in uso, al cospetto delle divinità e del sovrano, la “PROSKYNESIS”.
Con questo atto, ci si prostrava in adorazione davanti a chi veniva ritenuto di rango più elevato.
Ebbene, sembra che la proskynesis sia stata recentemente ripristinata, non in Oriente, ma in Italia.
Questa, almeno, è l’impressione che si ricava a giudicare della totale sottomissione delle forze (debolezze) politiche nei confronti di Mario Draghi, Presidente del Consiglio incaricato.
Quel Draghi liberista, campione delle Banche e della Grande Finanza, fortemente voluto dai Poteri Forti, esageratamente osannato ed orchestrato dalla stampa e dai mass media, dipinto come l’Uomo della Provvidenza, l’Unto del Signore, colui che risolverà miracolosamente tutti i nostri problemi.
Se Draghi ha un “profilo alto”, i politici nostrani sentono di avercelo basso!
Draghi li ascolta, parla poco e quel poco è quanto costoro vogliono sentirsi dire.
L’importante è che gli diano la fiducia in Parlamento, perchè, dopo, la loro resa dovrà essere senza condizioni.
Già adesso non pongono veti e sono disposti ad ingoiare qualsiasi boccone, anche il più amaro.
Questi partiti hanno smarrito ogni barlume di coerenza e di dignità, avvalorando la tesi dei tanti, che li giudicano essere tutti uguali, magari Liberi ed Uguali.
Prima erano l’uno contro l’altro armati o, perlomeno, ce lo facevano credere, sbandierando programmi opposti tra loro.
Ora sono disponibili, spudoratamente, a governare insieme.
Naturalmente, per il bene del Paese….!
Così si dice quando si vuole nobilitare una poltrona.
L’ora è grave, c’è la pandemia e l’emergenza giustifica la più oscena delle operazioni politiche.
Il PD non si farà scrupolo di governare con la Lega e con Forza
Italia, che a loro volta accetteranno di buon grado, mentre i 5 Stelle (che andarono per cambiare e furono cambiati) non si schiferanno a governare con Berlusconi il pluripregiudicato, quello delle leggi ad personam.
Renzi Sparafucile, il sicario governativo, l’irresponsabile che pensa solo a se stesso, l’inaffidabile per definizione, il più odiato dagli italiani, tornerà nei ranghi e, compiuta la missione sfascista, conterà come il due di briscola (troveranno, comunque, il modo per retribuirlo per i servigi prestati).
Ma è contento lo stesso, perchè la sua quinta colonna nel PD vorrebbe riportarlo a casa…, mentre gli altri, invece di indicarlo al pubblico ludibrio, non hanno esitato a sedersi nuovamente al tavolo con lui.
Nel mentre “Sinistra cercasi disperatamente”, i veri vincitori di questa assurda partita, che ci fa rimpiangere la cosiddetta prima Repubblica, sono quei grandi poteri economici, che muovono il cielo e l’altre stelle: volevano il loro campione al Governo e l’otterranno, avendo preparato il terreno per Draghi da molto tempo.
Alla fine, quando prevarrà il ritornello “l’Europa ce lo chiede”, il patto di stabilità cesserà di essere sospeso e bisognerà rientrare dall’enorme debito pubblico accumulato, pagherà, come al solito, il popolo e la parte più debole di esso.
Dunque, tutti insieme appassionatamente: auguri!
Franco Napoletano
Già Parlamentare, consigliere comunale Pci-Il Faro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bandiera Blu, Boccia: «Per Bisceglie traguardo da non sprecare. Buon auspicio per stagione estiva»

“Le 17 Bandiere Blu che può vantare la Puglia nel 2021 saranno sicuramente di buon auspicio per la stagione estiva che sta per iniziare. È un riconoscimento importante che dimostra la bontà delle politiche pubbliche messe in campo in questi anni che hanno avuto il rispetto dell’ambiente e dei nostri mari come punto fermo. La […]

La Regione Puglia a favore delle famiglie in crisi, anche a chi ha già Reddito di Cittadinanza

Si allarga la platea delle famiglie pugliesi, in crisi economica per l’emergenza Covid, che potranno chiedere e ottenere un sostegno. I comuni pugliesi, infatti, potranno estendere l’aiuto economico anche a chi già beneficia di sostegni pubblici come il reddito di cittadinanza. E’ quanto prevede una legge approvata all’unanimità ieri dal Consiglio regionale pugliese. Nel caso […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: